9 Commenti

Taglio alberi in via Sesto,
Manfredini: 'Qualcosa è andato
storto, tempistiche sbagliate'

Mentre continua il dibattito sul taglio degli alberi in via Sesto, nella giornata di venerdì si terrà la commissione consiliare deputata a discutere della questione dell’area in questione, che è oggetto di una variante al vigente Pgy per la trasformazione da aree a verde pubblico ad area edificabile. Sulla vicenda, interviene anche l’ex assessore all’ambiente, Alessia Manfredini, che sposa la tesi di Legambiente Cremona. “E’ evidente che qualcosa è andato storto, certamente una tempistica sbagliata nel taglio e di metodo, sancita nero su bianco anche dalla convocazione prevista per domani della commissione urbanistica proprio sulla variante” sottolinea. Una commissione che, “purtroppo è successiva al taglio degli alberi. Domani infatti in commissione verranno illustrate ai consiglieri e respinte le 5 osservazioni di merito inviate da Legambiente e poi il consiglio comunale il giorno 16 dicembre valuterà la delibera”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mirko

    È inutile ora dire che è sbagliato nei tempi e metodi, bastava non farlo ma questa amministrazione non guarda in faccia a nessuno, nemmeno al bene dei più piccoli, che con l aiuto di quelle piante avrebbero respirato un aria migliore, invece in questa città eco, green e a misura di giovani, si guarda solo al profitto.
    Grazie galimberti per quello che ci stai lasciando, cemento fast-food e centri commerciali.

    • Gemelli

      Si chiude la stalla quando sono scappati i buoi. Detto vecchio ma nonnon fa una piega.

    • Gianluca Franzoni

      Mirko, condivido la tua osservazione. Mai un segno davvero controcorrente da questa amministrazione, mai una proposta davvero nuova, che raccolga le sollecitazioni che vengono dai giovani che protestano per il loro futuro, per l’ambiente. Una totale delusione.

  • Abiff

    Da quanto afferma, coraggiosamente aggiungerei, l’ing. Manfredini, il Comune ha dato l’ennesima prova di incompetenza (nella migliore delle ipotesi) e menefreghismo nella peggio.

    • Alessia Manfredini

      Scusi, ma ha letto bene il mio commento? Condivido la presa di posizione di Legambiente, associazione a cui sono iscritta da almeno 20 anni. Sull’importanza degli alberi nelle nostre città non mi deve convincere.

      • Abiff

        Forse mi sono espresso male. Ho apprezzato moltissimo il suo intervento perché esula dal politico ed entra nel merito. Complimenti davvero!

  • Sbirulino19

    Purtroppo non si può tornare indietro, la frittata è fatta e non capisco il senso dell’intervento. Mi sembrano le classiche lacrime di coccodrillo.

  • ciclo-pe

    In tutta questa vicenda mi pare che Legambiente si sia mossa nell’interesse comune contro un procedimento amministrativo certo legittimo se pure non condivisibile nei contenuti, nel senso che la variante poteva accogliere, anche in parte, le istanze di miglioramento presentate dagli ambientalisti. Ciò che è mancato da parte del Comune parebbe il rispetto delle procedure e la trasparenza dell’operazione. La domande è: perchè tutta questa fretta di tagliare le piante e chi ha autorizzato il taglio in un’area a verde pubblico all’interno della rete ecologica visto che per ora vale il vigente Pgt?

    Benissimo fa Manfredini a chiedere le dovute spiegazioni.

  • Pilla Paolo Guido

    Come può essere definito legittimo un procedimento amministrativo che non rispetta le procedure e manca di trasparenza?