Commenta

Cent'anni del Corpo Vigili
dell'Ordine: 'Puntiamo
sulle nuove tecnologie'

Cent’anni di Corpo Vigili dell’Ordine a Cremona: si è tenuta stamattina la cerimonia di celebrazione del centenario di uno dei più antichi istituti di vigilanza presenti in città e nel Paese. Ma l’azienda, di proprietà oggi della famiglia Vaccariello, guarda al futuro: “Il Corpo Vigili dell’Ordine è il secondo istituto di vigilanza nato in Italia e oggi è presente in 18 province”sottolinea il titolare, Bartolmeo Pierluigi Vaccariello. “Per noi fondamentali sono le nuove tecnologie: si parla di telecamere di videosorveglianza, ma anche di cybersecurity”. Tra le tecnologie su cui l’azienda intende puntare, c’è quella del tracker, un dispositivo che in caso di intrusione

L’azienda, nata nel 1919 per volere di Enrico Piccioni e della sua famiglia, proseguì la propria attività, con un periodo di interruzione durante la Seconda Guerra Mondiale, fino al 1991, quando venne rilevata dalla famiglia Vaccariello, entrando a far parte del gruppo Polnotte. Oggi il gruppo è gestito dai figli, Eugenia e Pierluigi, che hanno scelto di portare avanti l’impegno intrapreso dal padre, puntando sulle nuove tecnologie per rendere sempre più sicuro il territorio.

© Riproduzione riservata
Commenti