Commenta

Indignazione per l'ingresso
negato agli ex ferrovieri
nell'impianto di Cremona

Lettera scritta da Alcuni ferrovieri di Cremona

Preg. mo Direttore,

siamo fra queste righe per raccontare uno spiacevole episodio accaduto negli ambienti cremonesi Trenord la mattina del giorno 12 dicembre. Attorno alle 11 di giovedì, ai cancelli dell’impianto di Cremona, si sono presentati una decina di ex quadri delle ferrovie – ormai in quiescenza- per scambiare i consueti auguri di Buon Natale a tutti i ferrovieri, giovani, neo assunti e pensionandi. È sempre stata una graziosa tradizione poiché, durante il convivio, tra una fetta di panettone e una stretta di mano, riemergono esperienze condivise degli anni che furono; vicende remote che emozionano anche le nuove leve, perché consapevoli di un radicale cambiamento del trasporto ferroviario avvenuto negli ultimi 15 anni.
Ma veniamo al dunque: quando gli ex quadri hanno chiesto di entrare in impianto, è stato negato loro l’ingresso, su decisione dei responsabili dell’officina i quali, certamente, si attengono a scrupolosi regolamenti aziendali.
Teniamo a precisare che gli ex capi deposito delle ferrovie, all’atto della richiesta di ingresso, si sono identificati come ex titolari del deposito di Cremona;insomma, figure professionali insospettabili,ex colleghi con incarichi e competenze di rilievo.
Accade tuttavia che la notte, in ambito scalo merci e officina, vagano persone non identificabili di dubbia provenienza e, più volte, sono state prontamente chiamate le forze dell’ordine per riconoscere gli intrusi.
Fortunatamente gli ex quadri sono entrati comunque, grazie a qualche umile e sensibile ferroviere che ne ha sentito la mancanza,
cosa che, con tutta evidenza, non appartiene a qualche nuovo capetto “ligio” al dovere, e che nega un semplice e cordiale scambio di auguri.
Non ci risulta che siano mai accaduti altri episodi simili, ne in Lombardia ne in tutto il resto degli impianti ferroviari del nostro paese,dove hanno sempre regnato coesione e serenità.
Teniamo a precisare che la visita a sorpresa non ha interrotto alcun tipo di attività lavorativa, poiché il personale dei treni gode di brevi soste previste dai turni concordati con l’azienda.

La ringraziamo per lo spazio che ci vorrà dedicare e auguriamo un sereno Natale a tutti i nostri viaggiatori, all’Amministratore Delegato Trenord Dott. Marco Piuri, dirigenti, quadri, macchinisti, capitreno, impiegati amministrativi e operai manutentori, i quali, ogni santo giorno, danno il loro contributo per cercare di migliorare il servizio di trasporto pendolari.

I ‘Fieri ferrovieri, quelli veri’

© Riproduzione riservata
Commenti