Ultim'ora
Commenta

Processo a Sy: in aula
le testimonianze dei genitori
degli studenti sequestrati

“Mentre facevamo l’albero di Natale mi è caduta una fascetta da elettricista. Mia figlia l’ha raccolta e mi ha detto ‘con questa sono stata legata’, poi è scoppiata a piangere”. E’ quanto racconta la mamma di una delle ragazzine che si trovava sul bus sequestrato lo scorso 20 marzo dall’autista Ousseynou Sy.

La donna ha testimoniato questa mattina in aula, davanti alla Corte d’Assise di Milano per la nuova udienza a carico del 47enne senegalese.

“Mia figlia è rimasta agitata per giorni. Era ansiosa, quando uscivamo stava attenta a tutto e se incrociava degli uomini mi faceva cambiare direzione. Non vuole vederci utilizzare coltelli. Oggi stiamo abbastanza bene, non parliamo mai di quello che è successo”.

La mamma di un’altra bambina ha raccontato che la figlia soffre di ansia e disturbi del sonno, “quando sente l’odore della benzina ha conati di vomito immediati e si intristisce, anche se non ha mai voluto parlare con uno psicologo”.

ab

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti