Cronaca
Commenta

1ª pensionamento dell'anno in Comune: la dirigente della Cultura. 103 i candidati

Cominciano a concretizzarsi i pensionamenti più volte annunciati in Comune, dove  tra figure apicali e del comparto è previsto un centinaio di fuoriuscite nell’arco dei prossimi quattro anni. La prima dirigente a lasciare nel 2020 è Maurizia Quaglia, dirigente settore Cultura, Musei e City Branding. Quaglia, classe 1955, prima di ricoprire l’attuale incarico, era stata anche capo di gabinetto e vice segretario generale e ha svolto tutta la sua attività lavorativa all’interno dell’ente locale, a partire dal 1984. Dunque si prospetta un rinnovamento all’interno dell’ente, che in realtà è già cominciato, con i primi inserimenti di nuove forze lavoro, anche attraverso strumenti alternativi al classico concorso. Ad esempio sono in corso le preselezioni per l’assunzione, con contratto di formazione e lavoro a tempo determinato (12 mesi) di una figura di istruttore da assegnare ai Servizi Demografici e Statistici e, proprio per il settore Cultura, le preselezioni per un istruttore direttivo (categoria D1), anche questo con contratto di formazione e lavoro della durata di due anni. Nel primo caso sono 60 i candidati dovranno affrontare le prove preselettive fissate per il 4 febbraio; e nel secondo addirittura 103 i candidati (prove preselettive il 31 gennaio). g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti