6 Commenti

Dopo la piena, la magra del
Po sembra già straordinaria:
ma è tipica dell'inverno

Dopo il passaggio della piena del Po durante il periodo natalizio, i livelli idrometrici si sono progressivamente ridotti lungo tutta l’asta principale del fiume Po, caratterizzando così la magra invernale tipica di questo periodo. Durante i primi quindici giorni di gennaio le portate si sono ridotte di circa 30-50 metri cubi / sec. al giorno nelle principali sezioni idrometriche del Po tra Piacenza e Pontelagoscuro, raggiungendo oggi a Cremona i – 5,23 metri sotto lo ero idrometrico. “La presenza dell’anticiclone – affermano i tecnici dell’Autorità distrettuale del Fiume Po, organismo del Ministero dell’Ambiente – continua a permanere sulle nostre regioni portando bel tempo e temperature sopra lo zero caratterizzando così la magra invernale apparentemente straordinaria, ma tipica di questo periodo. Il progressivo esaurimento delle portate ha evidenziato l’emersione di vaste parti sabbiose di alveo, tipici dei periodi siccitosi”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ciclo-pe

    Dovreste informare anche del problema gravissimo che si manifesta dopo ogni piena dovuto alle migliaia di plastiche attaccate alle piante sulle sponde o vaganti per la golena. Nessuno degli enti preposti al fiume, all’ambiente e alla sanità (Aipo, Autorità di bacino, Provincia, Carabilieri e forestale, Arpa, ecc ecc) sembra preoccuparsene. Eppure ci sono fior di studi che dimostrano che queste plastiche finiscono nella catena alimentare e nell’ambiente sotto forma di microplastiche, inquinano il fiume e finiscono nell’Adriatico. Recentemente solo il Sindaco di San Daniele (non di Cremona, non di Spinadesco, non di Gerre, non di Stagno, che pure sono comuni del Parco del Po) ha sollevato il problema: c’è stata qualche reazione? Qualcuno se ne occupa? Vorremmo saperlo, grazie.

    • Sbirulino19

      In una delle sue apparizioni televisive il sindaco di San Daniele ha parlato di plastiche vecchie di lustri. Penso che quel 2% della popolazione italiana unta del Signore, potrebbe in mezza giornata ripulire l’intero alveo del fiume Po, dalla sorgente alla foce.

      • Mirko

        Concordo

  • Gemelli

    Mi sento di difendere il Sindaco di Gerre in quanto si sta adoperando in ffavore dell’ambiente.

  • Mirko

    Tanti, troppi parlano…..pochi o nessuno fa…..un po armiamoci e partite

  • ciclo-pe

    E’ chiaro che la questione non è conosciuta e sarebbe meglio informarsi sui danni delle microplastiche e dell’apporto, circa l’80%, dovuto ai fiumi. Chi scrive credo non abbia mai navigato sul Po e visto cosa c’è attaccato ai rami e la difficoltà di raccogliere questi rifiuti. Dovrebbe essre un problema all’ordine del giorno per chi si occupa di valorizzazione del Po ma così non è.