13 Commenti

Area tecnica Fiab per
segnalare criticità delle
ciclabili: l'attacco di Fasani

Federico Fasani

Dopo la decisione della Fiab di Cremona di realizzare un’area tecnica per segnalare le criticità delle piste ciclabili cittadine, coordinata dall’ex consigliere comunale Filippo Bonali, non si fa attendere la risposta dell’opposizione in Consiglio Comunale “La carnevalata dell’”area tecnica” della Fiab (come se il Comune e Provincia non ne avessero una!!) è la dimostrazione plastica della pericolosità delle piste ciclabili recentemente realizzate” sottolinea Federico Fasani (Forza Italia). 

“Quando all’epoca della costruzione mi permisi di sottolineare alcuni passaggi pericolosi che puntualmente si sono rivelati tali in seguito a numerosi incidenti, l’allora consigliere Bonali, con la solita protervia, mi accusò di volere screditare la professionalità dei tecnici che progettarono e realizzarono le difettose piste ciclabili. Ebbene, oggi, è Bonali a criticare le piste e a proporre modifiche. Evidentemente il Comune non è in grado da solo di porre rimedio ai pericoli delle piste ciclabili e si fa dire da Bonali cosa deve fare, ne prendiamo atto.

Ma la cosa grottesca è che proprio Bonali sovrintendeva al progetto e alla realizzazione delle opere in oggetto senza accorgersi dei pastrocchi che venivano realizzati. O forse essendo in campagna elettorale difendeva l’indifendibile per puro tornaconto politico. Fatto sta che gli è bastato cambiare cappello, da consigliere a consulente Fiab, per riuscire a vedere che il suo stesso lavoro di qualche mese fa è sbagliato. Strano perchè anche allora la sua FIAB collaborava alla realizzazione delle piste e lo faceva prendendo un sacco di soldi dal Comune. Si parla di migliaia di euro alla FIAB che tutti gli anni il Comune ha finanziato e sta finanziando per fare consulenza sulla progettazione prima e per mettere le toppe dopo. 

Ma vi immaginate se io architetto, volessi fare il fenomeno in un cantiere, per sistemare errori commessi da me stesso sei mesi prima semplicemente cambiando il cappello? Credo che il titolare del cantiere mi caccerebbe a calci! Invece qui i titolari (che sono i Cittadini) sono costretti a subire l’arroganza di chi impone i suoi errori e poi vuole pure gli applausi per sistemare le cose. Povera Cremona”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Abiff

    Ragione da vendere!!! Lo dissi io al tempo e fui coperto di ridicolo. Hahahahahahahahahahahahahaha!!!!!!!!

    Dilettanti allo sbaraglio!!!!!

  • Braccioforte

    Stringere importanti strade che collegano il territorio alla città per realizzare piste ciclabili, sperando che questo sposti gli utenti dalle quattro alle due ruote è un errore colossale. Possiamo sperare che i veicoli siano sempre meno inquinanti, forse elettrici, ma il numero assoluto non diminuirà e probabilmente nemmeno l’ingombro. Ridurre così drasticamente la sezione di via Brescia, via Bergamo, via Mantova creerà un danno che sarà difficilmente recuperabile e aumenterà la pericolosità di queste strada, peraltro il numero assoluto degli incidenti è in netto aumento dal 2014. Le considerazioni di Fasani sulla poca credibilità di Bonali e della FIAB, sono tristi ma, purtroppo, condivisibili.

    • Abiff

      Condivido in pieno, e non sono solo.

      • Jeppetto

        E’ quello! Ben vengano piste ciclabili, ma stringono le corsie auto in modo assurdo, poi chi circola più?! Mah… Poca credibilità assoluta 🙁

  • fulvio rozzi

    una domanda
    ma perchè ricordo “sulle piste ciclabili” anche l’ex assessore Manfredini ?
    e poi la Fiab (o forse i suoi rappresentanti ?) non erano “sponsor” della lista dello stesso ex assessore ?
    anche il sindaco, e mi spiace, ha deambulato sulle piste ciclabili …. condivido le note dell’arch. fasani e credo che ancora non abbiano preso consapevolezza dei disastri ……
    se , poi, ritengono che il futuro di cremona sia questa associazione e le idee che sostiene ne prenderemo atto

    • Abiff

      Questa è gente che non ammetterà MAI di aver sbagliato.

      • Jeppetto

        Ammettete, gente, ammettete!

  • Sbirulino19

    Ma questa fantomatica fiab non era già consulente prima? ora cosa serve consultare loro se i consigli che hanno propinato hanno portato ad evidenti errori.

    • Abiff

      Si potrebbe consultare la anche delegazione locale dell’ACI per cercare di rendere le strade più sicure per gli automobilisti, e magari invertire la tendenza all’aumento degli incidenti, ma non credo ciò sia una priorità di questa amministrazione.

    • Jeppetto

      L’ho detto: si parte con il sorriso e poi si tappano con le toppe…

  • ciclo-pe

    Le piste ciclabili sono tutte, dico tutte, non sicure. Sia recenti che di vecchia data. Basta vedere cosa succede sul viale Po dove le auto per parcheggiare abusivamente tra gli alberi ci passano sopra e ci manovrano, un vero schifo sotto gli occhi di tutti. Ben venga un’area tecnica che si tolga le fette di salame.

    • Abiff

      Condivido la prima parte della sua osservazione, molto meno la seconda.

      Le auto parcheggiate in viale Po non sono lì “abusivamente” bensì legalmente, quindi piano con la parole. Le manovre poi per portare le auto in carreggiata sono le stesse, precise, identiche, alle centinaia di persone che devono attraversare la ciclabile con l’auto per uscire dal proprio passo carraio.

      • Jeppetto

        Esatto, altrimenti come escono?