8 Commenti

Vandali al quartiere
Sant'Ambrogio. Oltre una
decina le auto danneggiate

Foto di repertorio

Vandali in azione nella notte tra domenica e lunedì nelle vie Cairoli, Fabio Filzi e Dei Mughetti, nel quartiere Sant’Ambrogio. Gli autori hanno preso di mira le auto parcheggiate, rompendo i vetri dei finestrini e arrecando svariati danni. Da alcune vetture sono stati anche rubati oggetti personali. Oltre una decina le auto vandalizzate. Lunedì mattina, quando i primi residenti hanno cominciato ad uscire di casa per recarsi al lavoro, l’amara sorpresa si è subito presentata davanti ai loro occhi. Le forze dell’ordine sono state avvisate e qualcuno sarebbe già stato individuato. Non si esclude che ad agire possa essere stata più di una persona. A novembre era stato colpito il centro storico con quasi trenta automobili trovate con carrozzerie danneggiate, fiancate graffiate e cofani incisi. I danni erano stati molto ingenti.

S.P.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Chicca

    Bastardi !!!

    • Jeppetto

      Soprattutto persone che non hanno niente da fare e si divertono ad “inventarsi” qualcosa per passare la serata… Altro che disagio sociale!

  • Camillo Frangipane

    I frutti bacati del lassismo permissivo che da tempo caratterizza la famiglia, la scuola e le varie istituzioni, dove dettano legge psicologi, sociologi con le loro complicate teorie che tutto giustificano e impediscono le adeguate sanzioni dei comportamenti incivili o anche delinquenziali.

    • Chicca

      Concordo pienamente !!!!

    • maria

      verissimo concordo purtroppo questa piaga non si esaurirà facilmente……fintanto che queste figure volute e ritenute indinspensabili non verranno escluse in certi ambiti

    • Mirko

      Concprdo

    • Gemelli

      Sono d’accordissimo . Ma quando dico sganassoni apriti o cielo!!!!!

    • Jeppetto

      Proprio così: la certezza della non attribuzione della pena fa sì che loro si sentano autorizzati a fare quello che vogliono, tanto anche se li prendono non gli fanno niente, hanno avvocati che li difendono e giudici che giustificano, facendo un uso politico del codice penale…