Commenta

XIII Giornata Nazionale
del Braille: il 21 febbraio
incontro a Palazzo Comunale

Venerdì 21 febbraio, alle ore 15, nella Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti incontrerà gli amministratori comunali per celebrare la XIII Giornata Nazionale del Braille. Istituita dalla legge dello stato 126 del 2007, la ricorrenza ha lo scopo di sollecitare le Istituzioni, i media, la popolazione ad abbattere tutte le barriere che ancora oggi impediscono il pieno accesso di ciechi e ipovedenti allo studio, alla cultura, all’arte e all’informazione, ponendo particolare attenzione alle difficoltà e agli ostacoli che esse quotidianamente devono affrontare per sentirsi davvero inserite nel contesto sociale in cui vivono.

Ma la giornata è soprattutto dedicata ad un’importante invenzione ideata circa 200 anni fa da un giovane francese, Louis Braille, che, cieco per un incidente d’infanzia, mise a punto un codice di scrittura in rilievo che ha permesso ai ciechi di tutto il mondo di avvicinarsi allo studio, prepararsi professionalmente e conquistare il proprio posto nella società svolgendo svariati mestieri, dal centralinista, al fisioterapista, per giungere fino a ricoprire importanti ruoli quali l’insegnante, l’avvocato e molti altri ancora.

Per consentire a chi ancora non lo conosce di saperne di più sul codice di scrittura e lettura Braille, il prof. Luciano Gennari terrà una breve conversazione dal titolo “Il Braille Questo Sconosciuto”, sulla vita del suo inventore e sulle principali caratteristiche di questo speciale alfabeto tattile. Infine, l’Uici di Cremona in tale occasione donerà al Comune una targa in bronzo realizzata appositamente per essere posta all’ingresso del giardino intitolato il 24 febbraio del 2018 a Louis Braille in modo che anche chi non vede possa riconoscere con le dita il nome del luogo (un’area verde attrezzata situata tra via Giuseppina e via Commenda di Malta).

 

© Riproduzione riservata
Commenti