Commenta

Alla media Virgilio seconda
edizione dell’iniziativa
'La Scuola per l’Ambiente'

Sensibilizzare i giovani alle tematiche del rispetto dell’ambiente, alla presa di coscienza che inquinamento, cambiamenti climatici e riscaldamento sono questioni fondamentali per la sopravvivenza del nostro pianeta. Sono queste, in sintesi, le finalità del progetto La Scuola per l’Ambiente, presentato oggi a SpazioComune, e realizzato con i fondi destinati al diritto allo studio assegnati dal Comune all’Istituto Comprensivo Cremona Due. Dopo l’intervento introduttivo dell’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri, Daniela Marzani, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Cremona Due, e Alessandra Fiori, docente di lettere della Scuola secondaria di primo grado “Virgilio”, referente del progetto, hanno illustrato nel dettaglio gli obiettivi e il programma dell’iniziativa. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, Silvia Bardelli, responsabile del Servizio Politiche Educative del Comune di Cremona, Benito Fiori, Presidente del Circolo Culturale AmbienteScienze (che oltre a fornire supporto tecnico e scientifico all’iniziativa donerà alla scuola anche una strumentazione per la misurazione degli inquinanti), nonché rappresentanti di associazioni ambientaliste.

L’Istituto Comprensivo Cremona Due attribuisce ormai da diversi anni un’importanza centrale all’educazione alla cittadinanza. L’insegnamento della Costituzione con i suoi principi fondamentali è certamente un cardine: l’articolo 9 asserisce infatti l’inderogabile necessità di tutelare il paesaggio e il patrimonio storico artistico della nazione. Da questo si è partiti per trasmettere agli studenti valori e non solo informazioni o contenuti. Gli alunni sono infatti direttamente coinvolti e partecipi nel progetto che si pone come un’occasione di esperienza di cittadinanza attiva: loro infatti saranno i cittadini di domani, a loro spetterà il difficile compito di salvaguardare il mondo. Ecco perché la scuola, proseguendo l’esperienza avviata lo scorso anno, si è assunta il compito, grazie al sostegno del Comune, di informarli, formarli e renderli protagonisti, così da tenere comportamenti responsabili a favore della sostenibilità ambientale. Da notare che su questo fronte il Comune di Cremona, attraverso il Settore Politiche Educative, si è già attivato da tempo attraverso iniziative quali il piedibus, la sensibilizzazione dei bambini delle scuole infanzia e primarie ad una corretta raccolta differenzia, solo per citare alcuni esempi. EndFragment

La consapevolezza dell’urgenza di affrontare con coraggio e responsabilità politica e civile le questioni ambientali impone di coinvolgere il più possibile anche i cittadini. Da qui la decisione di aprire i lavori alla cittadinanza per far conoscere i problemi riguardanti l’ambiente attraverso il contributo di relatori prestigiosi, con l’auspicio, come è stato sottolineato nel corso della presentazione, che tale esperienza possa coinvolgere anche altri Istituti, in modo da creare una vera e propria rete sul tema dell’eduzione ambientale. E’ stato pertanto predisposto un ciclo di conferenze, denominato I lunedì virgiliani, che si terranno nell’Aula Magna della Scuola secondaria di primo grado “Virgilio” di via Trebbia e che vedrà la presenza di relatori di prestigio. Gli incontri, che si svolgeranno nella fascia oraria compresa tra le 16 e le 18, saranno aperti ai docenti di ogni ordine e grado e naturalmente all’intera cittadinanza.

Il primo si terrà il 2 marzo quando Grammenos Mastrojeni, diplomatico italiano, docente e scrittore, Vice Segretario Generale del Segretariato dell’Unione per il Mediterraneo, interverrà sul tema del rapporto tra ambiente ed economia. Secondo appuntamento il 9 marzo con Giuseppe Onufrio, fisico, ricercatore, esperto di politiche energetiche, Direttore esecutivo di Greenpeace Italia, che parlerà dei rischi, delle sfide e delle opportunità che comporta il riscaldamento globale. A seguire, il 16 marzo, a Laura Marchetti, antrapologa e pedagogista, docente di Didattica generale e Didattica delle culture all’Università di Foggia, il compito di intervenire sull’importanza dell’educazione ambientale. Il 23 marzo, Enzo Favoino, Presidente del comitato scientifico di Zero Waste Europe, esperto tecnico e ricercatore alla Scuola Agraria del Parco di Monza tratterà il tema “L’Agenda Europea sull’economia circolare e le strategie per affrontare la marea di plastica”, mentre il 30 marzo, Fiorella Belpoggi, Direttrice del Centro di Ricerca sul Cancro “Cesare Maltoni” e del del Laboratorio Sperimentale Europeo, si occuperà di un argomento molto attuale: Il cellulare e la nostra salute. Ultimo appuntamento il 6 aprile a cura di Linea Gestioni sulle modalità di riduzione dei rifiuti.

L’Istituto realizzerà una serie di video per testimoniare, documentare e diffondere tutto ciò che il progetto implica, a partire dal lavoro dei ragazzi della scuola. Di particolare interesse la produzione di video-interviste realizzate direttamente dagli studenti ai relatori in occasione di ogni conferenza. Le interviste saranno anche trascritte e diffuse attraverso il giornale della scuola. Per i docenti vi è l’opportunità di iscriversi su www.iccremona2.edu.it e di ottenere quindi un attestato di frequenza. Per informazioni: cric824007@istruzione.it.

© Riproduzione riservata
Commenti