Un commento

Confcommercio: 'Recuperare
fiducia. Confidiamo nello
Sbaracco a inizio marzo'

Confcommercio con la collaborazione di Botteghe del Centro, ha dato il via a una campagna che vuole contribuire a restituire normalità alla vita della città (e di chi la abita) e più in generale di tutto il territorio. Lo fanno lanciando un appello a recuperare i ritmi e le abitudini che accompagnano la quotidianità della comunità. Un messaggio affidato, prevalentemente, ai social ma che vedrà anche più tradizionali locandine esposte all’interno dei negozi e dei pubblici esercizi.

I claim sono quello di “Cremona siamo noi” e “Sosteniamo insieme la nostra città”.

“La nostra campagna – spiega Vittorio Principe, presidente provinciale di Confcommercio Cremona – vuole essere un invito a comportamenti responsabili da contrapporre alla psicosi collettiva e all’allarmismo eccessivo di questi giorni. Occorre sì attenzione, ma sarebbe autolesionistico e immotivato alimentare una paura che si traduce in comportamenti irrazionali come l’assalto ai supermercati, quasi ci dovessimo preparare ad una nuova guerra mondiale. Facciamo appello anche alla responsabilità di tutti i media, ad iniziare da quelli nazionali.

Che effetto può fare sul cittadino vedere in prima pagina soldati armati, filo spinato e camionette, se non alimentare il timore di una catastrofe incombente? In questo modo si alimenta una imponente onda emotiva che è chiaramente esagerata. Questo senza voler minimizzare il problema e senza venir meno al sacrosanto diritto/dovere di tutelare la salute di tutti noi. Ma adesso è altrettanto responsabilità di tutti ricondurre questi legittimi timori sulla strada del buon senso e della razionalità”.
“Abbiamo lanciato, tra i primi in Lombardia e in Italia, questo appello alla fiducia – dichiara Eugenio Marchesi, presidente delle Botteghe del Centro – interpretando un sentimento comune che, trasversalmente, passa dalle parole del sindaco di Milano, Sala, fino ad arrivare alla gente comune che frequenta i nostri negozi. Tutti, a modo loro, impegnati a testimoniare la volontà di non cedere ad un allarmismo eccessivo, a ribadire la consapevolezza che una città, se si ferma, abdica alla sua stessa identità, alla sicurezza e alla vita delle attività economiche e, conseguentemente dei cittadini. Proprio con questo spirito speriamo di poter confermare, ad inizio marzo, lo Sbaracco”. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto Regonelli

    C’è da sperare che il Comune aiuti e favorisca questa iniziativa dei commercianti, anche se non ne sono tanto convinto.