Commenta

Coronavirus, salgono a
222 i contagi in provincia
di Cremona, 149 i ricoveri

Foto Sessa

Sono 1254 i positivi al contagio, da coronavirus in Lombardia (oltre la metà over 65), di cui 222 a Cremona.Di questi, 149 sono i pazienti ricoverati, di cui 11 in terapia intensiva e 13 intubati. Del totale dei positivi, 478 ricoverati in ospedale, e 127 terapia intensiva (il 68% over 65). Questi i dati forniti in conferenza stampa dall’assessore al Welfare Giulio Gallera. Tra i positivi ci sono 472 asintomatici. I decessi sono saliti a 38. Di questi, ha detto Gallera, gli ultimi casi erano “tutte persone anziane e con patologie correlate, a carattere cardiologico o diabetologico”.

Per Crema, però, c’è anche qualche buona notizia: la Regione ha stanziato i fondi necessari per far fronte all’emergenza e, anche per l’ospedale cittadino, dovrebbero essere in arrivo dei macchinari di supporto alla respirazione. Si tratta – come ha detto Gallera – di una seorta di ‘caschi’ che agevolano la respirazione del paziente, quando questo non richiede la terapia intensiva. Questo per permettere un’adeguata cura in tutti i reparti nei quali stazionano i contagiati, poiché i macchinari possono essere facilmente spostati. Ciò porterà Crema a essere uno dei tre presidi specializzati per il trattamento del coronavirus.

Tra le buone notizie, ha detto Gallera, “le persone dimesse, con isolamento a domicilio, sono 139. Ci sono inoltre le prime due persone della zona rossa che sono guarite dal punto di vista medico e sono state dimesse e collocate al proprio domicilio, in attesa che il tampone dia esito negativo”.

Per affrontare l’emergenza sanitaria, continuano i rinforzi negli ospedali: “Stiamo aumentando posti letto nelle terapie intensive dedicati al coronavirus” ha detto ancora Gallera. “Questo ci consentirà di reggere meglio l’urto di una situazione che sta incrementando giorno dopo giorno”. In arrivo anche nuovi macchinari per il trattamento dei pazienti.

Si sta inoltre lavorando per “aumentare il numero di sale dedicate alla rianimazione” ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. “Abbiamo poi stanziato 10 milioni per assumere nuovi medici e infermieri. Ho avuto un colloquio con il ministro Speranza, che nei prossimi giorni verrà da me per confrontarci sulle iniziative messe in campo. Tutti si stanno impegnando tutti oltre ogni umana immaginazione, e sono convinto che siamo sulla strada giusta”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti