Cronaca
Commenta

Era stato a Cremona 75enne foggiano deceduto. Aveva il virus: polemica sui funerali

E’ morto lo scorso 27 febbraio a San Marco in Lamis,  nel Foggiano, un uomo di 75 anni che tra fine gennaio e gli inizi di febbraio era stato a Cremona. Aveva il Coronavirus, ma si è saputo solo dopo che il funerale è stato celebrato. I risultati del tampone, infatti, sono arrivati poco dopo le esequie. A San Marco in Lamis e nei comuni limitrofi i cittadini si sono autoisolati spontaneamente. Il timore è che il 75enne possa aver contagiato anche altre persone. Ai funerali hanno preso parte centinaia di amici, conoscenti e parenti dell’uomo deceduto. E tante le persone presenti anche alla camera ardente. L’anziano, pensionato dell’ufficio economato dell’Asl di Foggia, dopo il soggiorno in Lombardia era tornato a San Marco in Lamis il 16 febbraio. Aveva comunicato subito al medico curante di essere stato nelle zona a rischio contagio e dopo il suo arrivo ha avvertito i primi malori. È poi morto in casa la sera del 27. Aveva già importanti patologie di base.

© Riproduzione riservata
Commenti