Cronaca
Commenta2

Altra tomba rinvenuta in Largo Boccaccino. Il ritrovamento della templare fa giro d'Europa

Monsignor Franzini, parroco della Cattedrale, osserva gli scavi(foto Sessa)

Ha suscitato grande curiosità tra gli studiosi la tomba a stanza di un cavaliere templare ritrovata dall’équipe della Sovritendenza del professor Gabriele Barucca guidata dall’archeologo e studioso cremonese Gianluca Mete in Largo Boccaccino. E’ la seconda simile rinvenuta in Italia (l’altra è a Verona) e su Facebook la notizia è stata condivisa in tutta Europa. Le quattro croci templari di squisita fattura (rosse su fondo bianco con all’interno incisioni) che ornano la tomba sono state coperte e domani probabilmente saranno pulite dai restauratori. La tomba purtroppo era già stata svuotata sia del corpo che dell’eventuale corredo (i templari venivano sepolti con la spada). Asportato quasi completamente anche il fondo. Probabilmente la tomba è stata manomessa quando si è realizzata la recinzione del cortiletto del Torrazzo. Questa mattina, accanto a questa tomba, ne è stata rinvenuta un’altra con la copertura a piastra, molto più recente di quella a ‘cappuccina’ rinvenuta un mese fa, ma ancora con i resti del defunto. Ovviamente questo dimostra la vastità del cimitero che circondava la prima cattedrale di Cremona dedicata a Santa Maria.

La tomba del cavaliere templare, consultando documenti e carte, potrebbe risalire al XII secolo. I Templari erano infatti certamente presenti a Cremona nel 1164, infatti un documento indica una loro proprietà a Mezùle oltre il Po, l’attuale Mezzano. Un altro documento indica come il 23 novembre 1165 Enrico Capra con la moglie vende a fra’ Alberto da Brescia, economo del Tempio di Cremona, cinque pertiche con viti. Con i loro simboli sulla facciata settentrionale la più antica della Cattedrale, i templari hanno dunque contribuito finanziariamente alla sua costruzione? E’ una ipotesi – dato che non esistono documenti – anche visti i tempi ridottissimi della costruzione di una chiesa con una simile mole. D’altra parte in diverse parti della Cattedrale di Cremona, all’interno e all’esterno, nei sotterranei, si trovano sia le croci templari ‘classiche’ simili a quelle della tomba che quelle a otto punte della facciata meridionale.

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti