Commenta

Il territorio piange altre
34 vite spezzate
In tutto sono 531

Sono 34 i nuovi decessi registrati in provincia di Cremona, secondo i dati diramati dalla Regione Lombardia. Numeri che purtroppo continuano a crescere giorno dopo giorno. 531 vite spezzate da un virus che non lascia scampo. Tra le vittime, la maggioranza, 15 persone, si concentra nella fascia d’età tra gli 81 e i 90 anni. Una dozzina sono invece nella fascia tra i 71 e gli 80. Altri 3 sono tra i 91 e i 100. Delle altre quattro vittime,  una era tra i 40 e i 50 anni, altri due tra i 51 e i 60 e uno tra i 61 e i 70.

L’ennesimo bollettino di guerra, con numeri che fortunatamente sono in calo: ieri erano infatti 46. Numeri ancora molto alti sul Bresciano e Bergamasco, dove il numero dei decessi è incrementato rispettivamente di 118 e 67, portando il totale a 1.879 e a 1.299. Numeri importanti anche a Milano, dove le vittime nelle ultime 24 ore sono state 91, per un totale di 970.

I DATI DEI DECESSI

Guardando ai dati per Comune, Dopo Cremona, Crema rimane una delle città con il dato più alto: siamo già a 410 contagiati. Segue Castelleone, dove in un giorno si sono registrati ben 35 casi positivi in più di ieri: sale quindi a 167. Poi c’è Soresina, che resta abbastanza stabile con 123 contagiati in tutto, quindi Casalmaggiore con 86 e Offanengo con 83.

I DATI PER COMUNE

© Riproduzione riservata
Commenti