26 Commenti

Emergenza Covid, Fontana:
'Virus era in circolo settimane
prima ma non fu riconosciuto'

Il virus è stato confuso con un’influenza o con normali polmoniti, ma probabilmente era in circolo nel nostro territori già da diverse settimane prima che venisse lanciato l’allarme: lo ha detto il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Gli esperti mi hanno detto che probabilmente in quelle zone dove poi si sono verificati maggiori drammi il contagio girava già da parecchie settimane. Era un contagio evidentemente di cui nessuno si era reso conto, durante il periodo di influenza, quindi molte infezioni sono state confuse per influenze o ordinarie polmoniti” ha detto. “Questo ha determinato la diffusione radicata del virus. E’ chiaro che quando è esploso tantissima gente era contagiata già e poi si è ammalata”.

Forte di questa convinzione, il governatore raccomanda di non abbassare la guardia: il rischio, infatti, è che “riparta il contagio con la violenza di prima. I dati sui contagi in Lombardia iniziano ad essere minori ma grazie al comportamento rigoroso richiesto ai  nostri cittadini, Non voglio che si  generi eccessivo entusiasmo. Sono dei numeri che ci dimostrano come l’aumento delle infezioni è stabile e inizia ad avere qualche piccola flessione. E’ la prova che il picco dovrebbe  essere stato raggiunto e fra poco dovrebbe iniziare la discesa”.

Fontana è poi tornato sulla circolare del Viminale che consente la passeggiata vicino casa a un genitore con il proprio figlio: “E’ una scelta sbagliata perché al di là del fatto che la passeggiatina in sé comporta qualche rischio, è l’aspetto psicologico quello che è più grave” evidenzia. “Si dà l’impressione alla gente che la buriana si finita e si inizia ad alzare la guardia: ora è la cosa più sbagliata”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • YX

    Questi due (l’altro lo sapete chi è) pur di salvarsi la poltrona non sanno più cosa raccontare alla povera gente.. il coordinamento a livello locale per segnalare le polmoniti lo dovevi fare tu mica lo Stato che è intervenuto con la Protezione Civile.. c’è stata una enorme sottovalutazione, non mi frega se è successo anche in altre Regioni, magari anche “rosse”, ma qui ci sei toccato tu e ora ti stai arrampicando sugli specchi… dimettiti almeno!!!

    Poi, faresti bene anche a non rompere troppo sulle passeggiate all’aperto coi figli quando tu poi ti fai a vedere agli assembramenti e alle inaugurazioni a Milano senza rispettare tu stesso le regole.
    Sei proprio un furbacchione !!!

    • Baruch

      A scanso di querele per diffamazione mi limito, e sottoscrivo anche io “furbacchione”. Il piagnisteo quotidiano unito alle conferenze stampa continue degli avvocati Fontana e Gallera ormai ha raggiunto il livello di “pietoso”. Il governo fa 30? E loro fanno “più uno”in una interminabile campagna elettorale a mezzo virus. Basta! (E ditemi dove trovate le mascherine, che ci vado anche io).

      • anna

        Pur di fare propaganda e non assumersi responsabilità oggettive sono disposti a tutto. Il virus molto probabilmente girava già da mooolto prima. Da quando negli ospedali i medici segnalavano polmoniti “difficili da guarire” ma naturalmente sono rimasti inascoltati e i casi non segnalati…. viva l Italia

        • laSara_idreadsdelbandido

          Esattamente… Mio papà ( e di conseguenza tutta la famiglia) l’ha presa ( in ospedale!) attorno a metà dicembre… e nessuno ci spiegava xké, da questa strana polmonite, si faceva fatica a guarire

      • Robert

        Di Maio ha regalato 2 tonnellate di materiale medico-sanitario (specialmente mascherine) alla Cina nelle prime 2 settimane di Febbraio, quando Salvini era stato accusato di essere “il vero untore di odio e paura” perché aveva chiesto controlli rigorosi per _qualunque_ viaggiatore che provenisse da zone ad alto rischio.
        Per quello il virus è arrivato senza problemi, per quello eravamo privi di mascherine fin da subito, talvolta i farmacisti non le avevano neanche per sé stessi…
        Ma qualcuno dirà che è colpa di Salvini e dei leghisti.

        • Baruch

          Se DiMaio ha regalato mascherine vien da pensare che fossero sue e le avesse in cantina (?!). A me risulta um atto di solidarietà della Repubblica Italiana alla Repubblica Cinese in quel momento la più gravemente colpita. La solidarietà è quella che muove migliaia di volontari italiani, di medici di infermieri stranieri qui da noi ora, degli americani di Samaritan’s Purse ecc.
          Quanto all’on. Salvini e al chiudere le frontiere credo che sia un tema ormai superato e rivelatosi illusorio (vedi USA, dove pure è arrivato il virus).

          • Robert

            Solo a un deficente verrebbe da pensare che un Ministro degli Esteri tenga 2 tonnellate di mascherine nella sua cantina…
            Uno normale penserà che il Ministro degli Esteri abbia l’ autorità (e la responsabilità…) per disporre manovre commerciali e trattative con gli altri Stati.
            Se avesse fatto il solidale con ciò che ci avanzava anziché con ciò che avrebbe potuto diventare necessario per noi (infatti lo è diventato) non saremmo rimasti senza fin da subito, qualche contagio in meno e qualche morto in meno l’ avremmo avuto…
            È stata un’ azienda privata cinese, la Xiaomi, a regalarci esattamente 2 tonnellate di mascherine. Le stesse che ci sono mancate per 2/3 settimane dallo scoppio in Italia.
            DiMaio ha fallito come Ministro del Lavoro ritrovandosi più crisi aziendali che ad inizio mandato, ora ci sta riprovando come Ministro degli Esteri…
            Valutate voi…

          • Baruch

            Stimatissimo Robert, stimatissimo anche se dispensa titoli di deficiente qua e la, ma ognuno ha il proprio stile , lo stile che si merita oppure lo stile che si può permettere, mi consenta:
            Lei ha bisogno di individuare nemici, che siano cinesi o Dimaio. Affar suo, solo suo.
            La prego vivamente, non cerchi di convertirmi alle sue striminzite idee, non ce la farà.
            Cari saluti

          • Robert

            Lei è libero di esprimere le sue opinioni, io anche.
            Lei è libero di ragionare come meglio riesce, io anche.
            Non ho bisogno di individuare nemici, anche perché il “deficente” è in astratto, le responsabilità che ho evidenziato e riconosciuto sono di personaggi politici reali.
            Mi piace studiare gli argomenti, per evitare di parlare di ciò che non conosco. Sono un amante della Verità che non possiedo, ma che ricerco continuamente. Troverei stupido privarmi della possibilità di cambiare opinione su un personaggio o su di un partito, se studiando e ragionando mi accorgessi di aver preso un abbaglio, magari dalle televisioni o dai giornali ormai tutti faziosi.
            Lei no?
            Se ho mentito o non ho detto la Verità, è libero di portare altri argomenti mantenendo le sue posizioni, se vuole.

          • Baruch

            Lo scambio di idee si è fatto più pacato, il deficiente è diventato astratto, e tutto ciò è bene. Non ho Verità da proporle, la verità cui aspiro (con la minuscola) forse la raggiungerò quando non avrò più tempo per farne buon uso, quindi rinnovo i cari saluti, un sereno buon pomeriggio.

          • Robert

            Perché, il deficente era riferito ad una persona specifica?
            Ripeto: come considera uno che crede che DiMaio potesse possedere 2T di mascherine nella propria cantina?
            De facto, non ha forse disposto di qualcosa che spettava agli italiani?
            La Verità a cui lei “forse” aspira alla fine del suo tempo mortale, essendo eterna, si conquista cercandola e amandola _in questa_ vita.
            La Via, la Verità, e la Vita (eterna) sono una Persona in cui credo, e mi permetta, l’ ho scritto maiuscolo di proposito.
            Auguri.

          • Baruch

            Bollita e ribollita questa storia non ha più alcun sapore.
            Il deficiente, comunque lo voglia condire, rimane un epiteto qualificante chi ne fa ampio e non necessariamente motivato uso.
            Fai il bene, evita il male, purifica la tua anima (Siddharta Gotama)
            Beati i poveri in spirito poichè di essi è il regno dei cieli (Matteo, 5,3)

          • Robert

            Forse per lei, io riesco sempre a gustare la ricerca della Verità.
            Il deficiente è colui che defice, che non è efficiente, che manca di qualcosa. Il termine usato oggi prevalentemente come epiteto offensivo, in realtà è un termine medico, non solo di branchia psicologia, ma pure organolettica.
            “La composizione sanguigna defice di leucociti”.
            “Lo studente non ha raraggiunto la sufficenza, defice la sua preparazione”.
            Ciò che defice in questa discussione molto gustosa non è il sapore, ma gli argomenti per rispondere alla domanda che le pongo per la terza volta:
            Come si definisce in termini medici, senza offendere nessuno, colui che crede che DiMaio potesse avere 2T di mascherine in cantina?
            A livello intellettuale solo un deficente lo può credere.
            Non c’è da condire il termine, c’è solo da saperlo utilizzare (un po’ come le citazioni religiose).

          • Baruch

            Mein liebe bruder, a quasi settant’anni la gara a “chi l’ha più lungo” non mi appassiona più, è un ricordo delle elementari e delle medie, al massimo.
            Visto che il mio augurio di buon pomeriggio se l’è giocato tutto per riscrivere una quantità di cose ribollite, fritte e rifritte, non mi rimane che augurarle una buona e serena serata. Nel caso faticasse a prendere sonno le segnalo Luca, 10,27. Stia bene

          • Robert

            A me pare proprio che a quasi 70 anni le piaccia ancora ergersi sul piedistallo in mancanza di argomenti. Non so cosa c’entri il mio sonno, che resterà sereno indipendentemente dai suoi auguri e dai suoi argomenti (esauriti).
            Inoltre ho notato anche il suo maldestro tentativo di dare a me del deficente, neanche tanto tra le righe…
            Ma lei, come definisce uno che ritiene che DiMaio possa avere 2T di mascherine in cantina?

          • Baruch

            1. Non le ho mai dato del deficiente, nemmeno ci ho provato (rilegga)
            2. Se le fosse sfuggito il mio tentativo di ironia sulla cantina di Dimaio colpa mia, non sono stato chiaro
            3. Nel giochino delle etimologie, oltre alla definizione di “deficiente”, potrà trovare anche quella di “protervia”, veda un po’

          • Robert

            1. Rileggo: “Il deficente, comunque lo si voglia condire, rimane un epiteto qualificante chi ne fa ampio e non necessariamente motivato uso.” Avendolo usato io per primo, era evidente il suo tentativo di attribuirlo a me senza assumersene responsabilità.
            2. Rileggo anche:
            “Se Di Maio ha regalato mascherine vien da pensare che fossero sue e le avesse in cantina (?!).”
            Ripeto: Di Maio ha regalato alla Cina 2T di mascherine che spettavano a noi, senza tener conto che sarebbero mancate agli italiani, come poi accaduto.
            Detto questo: A CHI vien da pensare che fossero sue e le avesse in cantina?
            (…) <– inserire CHI interpreta così le mie affermazioni.
            Non vedo ironia, vedo il tentativo di negare la Verità, perciò insisto.
            A me viene solo da pensare che DiMaio abbia fatto una cosa stupida, non solidale.
            Perché siamo rimasti senza mascherine?
            (…ironia…)
            3. Nell' etimologia (che non è un gioco) di "protervia" ho trovato:
            "Superbia audace e ostinata".
            E adesso cosa ce ne facciamo?

          • Robert

            P.S.
            Come lo chiama lei, uno che afferma di credere che DiMaio tenga 2 tonnellate di mascherine in cantina?

        • Franco Ferrari

          1) Le due tonnellate di mascherine a febbraio, quando a noi non servivano a nulla si chiamano solidarietà. Ci sono state restituite dalla Cina e dal resto del mondo con gli interessi.
          2) Il focolaio italiano viene dalla Germania. Dovevamo chiudere le frontiere con questo paese “a rischio” a dicembre?
          3)La colpa non è di Salvini, non è dei leghisti, non è di Fontana e non è di Conte. Le malattie vengono. Tutto il mondo è contagiato. Non facciamo della bassa politica sulla pelle della gente.

          • Robert

            Appunto, però controllare i viaggiatori provenienti dall’ oriente non è “razzismo”, titolo con cui i PDioti accusano Salvini (unico argomento inventato in stile Papeete, Rubli inesistenti e palle varie).
            Regalare mascherine alla Cina (che è il più grande produttore ed esportatore di mascherine al mondo) senza considerare
            1) non stiamo controllando i viaggiatori
            2) l’ epidemia cinese potrebbe diventare Pandemia (infatti lo è diventata), quindi anche gli italiani potrebbero avere bisogno urgente di proteggersi con le mascherine.
            Non è solidarietà, è stupidità.

        • Gabriella Sanfilippo

          Bravo Robert, condivido appieno il tuo pensiero!

  • Baruch

    cit.: “E’ la prova che il picco dovrebbe essere stato raggiunto e fra poco dovrebbe iniziare la discesa”.
    Sia più cauto avv. Fontana, un giorno accusa il governo di sottovalutazione, il giorno dopo fa l’ottimista. E se poi non si avverasse la previsione ottimistica a chi darà la colpa?
    Un caro saluto al suo assessore Gallera, quello che ha chiuso la terapia intensiva neonatale a Cremona.

    • maumamaro

      Complimenti per il commento per nulla fazioso.

    • anna

      Mi associo e approvo: tra poco scopriranno l’acqua calda. D altronde ora sul pero ora sul melo vedremo chi ne mangerà i frutti. …

    • Sbirulino19

      Non capisco la TIN cosa c’entra con l’emergenza coronavirus, ma va bene tutto pur di scrivere sciocchezze…

  • Baruch

    Gent. Sbirulinno,
    sciocchezze = rispedito al mittente;
    se non capisce il nesso tra Utin, sanità lombardia alla Formigoni e stato attuale, il problema è solo suo.
    Un saluto,