16 Commenti

Il coronavirus miete altre
26 vittime in provincia di
Cremona, 3.974 i contagiati

Sono 26 i morti di oggi in provincia di Cremona di cui 14 deceduti in ospedale a Cremona e 6 in quello di OglioPo. In provincia di Cremona il numero delle vittime del coronavirus sale così a 631. Tra i morti di oggi si nota un incremento notevole dei decessi dei nati negli Quaranta (quindi con una età tra i 71 e gli 80 anni): sono infatti 12. Quelli nati negli anni Trenta sono 9, quindi con una età tra gli 81 e i 90anni. Uno solo aveva tra i 5i e 60anni, un altro tra i 61 e i 70. Tre sono invece i deceduti con età superiore ai 90anni.

Negli ospedali di Cremona e Oglio Po continuano invece a calare i ricoverati, passati nel giro di 24 ore da 467 a 443. Un dato frutto dei trasferimenti (320, in aumento di 13), ma anche dei dimessi: 820 (+ 57) dai reparti e dal Pronto Soccorso. Sempre sotto pressione le terapie intensive che vdono occupati 52 letti, di cui 3 in terapia subintensiva e compresi i dati dell’ospedale Oglio Po e di quello da campo di Cremona.

Per quanto riguarda il numero dei contagi, invece, nell’intera provincia di Cremona si è registrato un aumento di 33 casi positivi accertati, portando così il totale a 3.974. Un incremento doppio rispetto a quello avvenuto tra martedì 31 marzo e ieri, ma che rimane in linea con il trend degli ultimi giorni. In generale, è sempre Milano a preoccupare con 482 casi accertati nelle ulime 24 ore con il totale che ha superato i 10mila.

Il vicepresidente regionale Fabrizio Sala, nella consueta conferenza stampa, ha dichiarato: “Il trend migliora, ma va valutato su un arco di 4/5 giorni. Non bisogna comunque abbassare la guardia”.  In totale in Regione i casi positivi sono ad oggi 46.065 (+1.292 rispetto a ieri), con un aumento ancora importante di deceduti: +367 in sole 24 ore che portano il saldo totale in Lombardia a 7.960. Diminuiscono gli incrementi dei ricoverati in terapia intensiva: 1351, con un aumento di nove rispetto al giorno precedente. “La velocità – ha aggiunto Sala- con la quale il virus si sta diffondendo è più bassa. Abbiamo 1.292 casi positivi in più di ieri, un dato in calo, che porta il totale a 46.065. I ricoverati sono 11.762, 165 in meno di ieri. Finora abbiamo 24.992 pazienti dimessi”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • fulvio rozzi

    in italia 14.000 morti …. in lombardia 8.000 ….. abbiamo sbagliato qualche cosa ?

    • Sbirulino19

      Pensi che a Madrid o a New York si facciano la stessa domanda idiota?

      • Paul

        E tu credi che una riflessione seria sul perché la politica e la sanità lombarda hanno collassato non serva?
        I primi giorni di gennaio già c’erano in giro polmoniti molto sospette ma nessuno si è allarmato. E in più, visto che non essendo lombardo ho avuto a che fare almeno con due realtà sanitarie, tengo a sottolineare che se vai dal medico condotto in Toscana fai la fila e quando è il tuo turno ti visita, qui a Cremona non sempre. Il mio medico fa parte di uno studio associato (una vergogna moderna) e se ho un problema di salute devo telefonare e prendere appuntamento, che regolarmente viene fissato tre o quattro giorni dopo, con buona pace della mia integrità fisica. Neanche fossero tutti dei provetti Barnard!!
        Per cui si, credo che qualche domanda seria dovremmo proprio farcela. E non affaticati a dirmi “e allora tornate e da dove sei venuto”, tempo che finisce questo delirio e me ne torno a casa mia!

        • Sbirulino19

          Bravo, ti sei già risposto da solo, e soprattutto spero che in futuro non venga più nessuno dalle altre regioni a farsi curare , visto che in Lombardia sono tutti per lo più incapaci .

          • Paul

            Guarda che non me la sto prendendo con in medici degli ospedali che hanno rischiato e rischiano la vita per curare le persone. Semplicemente ci sono cose che purtroppo hanno funzionato malissimo e credo che domandarci il perché sia il modo migliore per evitare che si ripetano.
            E comunque quasi vent’anni del celeste Formigoni hanno dato ottimi risultati!
            E per risponderti nel merito, mia madre tra in ’15 e il’ 16 ha dovuto subire tre operazioni molto complicate, di cui una durata ore e mezza e un altra d’urgenza. Arrivata in ospedale in tarda serata quando il primario aveva già indossato la giacca per andarsene a casa dopo una intera giornata di lavoro, si è cambiato e le ha salvato la vita. Qui a Cremona per via di un blocco allo stomaco dovuto a stress stavano per aspotarmi la cistifellea!!!
            Quindi no, stai sicuro che in Lombardia a curarmi non tornerò!
            P. S. : la clinica dove operavano dei disgraziati sani solo per incassare le provvigioni dallo stato non mi pare fosse in Toscana ma a Milano.

          • Sbirulino19

            Qualunquismo di basso profilo, generalizzazioni da quattro soldi, e ignoranza a volontà, in questo momento non ne abbiamo bisogno. Grazie.

          • Paul

            No è vero, abbiamo bisogno di gente come te che mette la testa sotto la sabbia. In quanto a ignornza e ipocrisia non mi sembri secondo a nessuno!

          • Sbirulino19

            Bravo, hai ragione! (sai bene a chi la si da la ragione..)

          • Paul

            A te! 😏

          • Paul

            Cit. : Uno stupido è uno stupido, due stupidi sono due stupidi, ma diecimila stupidi sono una forza storica!

            Leo Longanesi 1926

  • fulvio rozzi

    in veneto è meglio ……..

    • Sbirulino19

      Anche in Antartide…

  • topo2020

    Ieri mattina, dopo la famigerata “liberata” passeggiata con bimbo, dal mio balcone ho visto -per fortuna non in gruppo, ma tutti in tempi differenti- tre coppie adulto-bimbo piccolo (uno in passeggino; gli altri per mano); la passeggiata non era motivata perchè si svolgeva in zona verde, senza quindi le necessità urgenti previste.
    Ieri pomeriggio, lungo la via –li ho seguiti con lo sguardo per 200 m, sempre dal solito balcone- passeggiavano due persone (40-50 anni) mano nella mano, senza mascherina, che ogni tanto si guardano teneramente;
    le automobili parcheggiate in strada rispetto al giorno prima sono almeno quintuplicate.
    teniamo duro!
    non vanifichiamo tutti questi giorni di isolamento per un idiota burocrate ministeriale che scrive e non pensa; oltretutto la sua interpretazione ha avuto bisogno di essere interpretata! però il messaggio era già partito.

  • Paul

    A, notizia di oggi. Sia al nord che al sud i prezzi di strumenti di salvaguardia della salute, le mascherine ad esempio, hanno subito incrementi vergognosi. Una mascherina che prima costava più o meno un euro è arrivata a 13, 14, 16 euro.
    Al sud però la finanza le ha sequestrate e distribuito corpose multe a produttori, grossisti e dettaglianti… il nord quando inizierà?

    • Sbirulino19

      E di chi è la colpa? Di Fontana? Comincio a pensare che sei un grillino, e questo dice già tutto.

      • Paul

        No, non sono un grillino, solo uno che si fa delle domande che la maggior parte dei lombardi, tu compreso, sembra non farsi.