18 Commenti

Regione: 126mila mascherine
per Cr e provincia. Ma Comune
non ha ricevuto istruzioni

AGGIORNAMENTO – L’annuncio dato in conferenza stampa nel pomeriggio  di oggi dall’assessore alla protezione civile Pietro Foroni, circa la distribuzione di 126mila mascherine chirurgiche al Comune di Cremona (in quanto capoluogo), da suddividere poi tra i vari comuni della provincia, ha colto di sorpresa l’amministrazione comunale di Cremona, presa alla sprovvista da una decisione non concordata in quanto a tempistica e modalità. “Abbiamo appreso la notizia – è la dichiarazione della Giunta – dai canali social di Regione Lombardia, che sarebbero in distribuzione 126.000 mascherine per tutto il territorio provinciale.
Dopo ulteriori approfondimenti però, non abbiamo avuto altre informazioni rispetto alla modalità di distribuzione né tantomeno sulla ripartizione tra i comuni della Provincia.
Non ci risulta quindi ad ora che domani siano disponibili in città e cercheremo di capire quali sono le indicazioni della Regione per arrivo e per distribuzione.
Invitiamo quindi i cittadini a non recarsi nelle farmacie per evitare assembramenti fino a notizie certe e chiare da parte di Regione”.

LA CONFERENZA STAMPA DELLA REGIONE – Tema del giorno, l’utilizzo di mascherine in Lombardia:  l’assessore alla protezione Civile Pietro Foroni oggi in conferenza stampa ha parlato di un piano operativo per provvedere a una capillare distribuzione a livello territoriale: “E solo l’inizio, siamo certi che ne arriveranno anche altre, anche grazie all’autoproduzione di Regione Lombardia e alle certificazioni ottenute qualche giorno fa dalle aziende produttrici”.

3 milioni  e 300mila  mascherine sono in corso di distribuzione sul territorio. “300mila da domani – ha detto Foroni – saranno distribuite grazie a accordo con Federfarma,  in tutte le farmacie della Lombardia. Distribuzione gratuita a chi si recherà in farmacia senza, oppure con mascherina usata più volte. Altre 440mila sono già state distribuite ai territori nei giorni scorsi; le restanti da domani mattina”.

126mila le mascherine destinate alla provincia di Cremona (vedi il grafico in foto). “Queste mascherine – ha aggiunto Foroni –  sono già sui territori e da domani comincerà la distribuzione, coinvolgendo i sindaci e gli esercizi commerciali, anche tramite i volontari di protezione civile”. La distribuzione avverrà nei negozi di alimentari, nei supermercati, nelle edicole, tabaccherie, poste e banche, ossia tutti i luoghi rimasti aperti, ma dove, in base all’ordinanza di ieri della Regione ci si può recare solo con il viso coperto.

L’assessore al Bilancio Caparini ha puntualizzato:  “Le mascherine sono uno strumento in più, non fate la corsa in farmacia, l’ordinanza emessa parla infatti di coprirsi naso e bocca anche con altri mezzi (foulard, fazzoletto) e raccomanda sempre di lavarsi le mani e mantenere le distanze. Le mascherine che mettiamo a disposizione gratuitamente sono  in attesa che i canali commerciali si attivino”.

Queste sono le dichiarazioni degli assessori regionali, che hanno fortemente raccomandato di non mettere in atto un assalto ai punti di distribuzione e di recarvicisi  solo se in effettivo stato di necessità.

g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Abiff

    Era ora! Io ho pagato in farmacia €10 per mascherine cinesi, senza marchio CE, con scritte solo in cinese, che sicuramente in tempi “normali” sarebbero costate molto ma molto di meno.

    • Chicca

      Vedremo a chi le daranno !! Ci sarà un assalto alle mascherine ,se poi sono ( gratis )

  • Elisa Arcari

    E se io non posso uscire? Sono raffreddata da tre giorni, non mi sembra il caso di uscire di casa in questi giorni. Temo che si finiranno in un lampo, scommetto che ci sarà gente che si farà una scorta da un negozio all’altro… Perché non possono essere distribuite nelle cassette delle lettere come è successo recentemente in altre città? Spero almeno che dopo questa distribuzione sarà finalmente possibile acquistarle in farmacia o nei negozi normali senza che la gente le compri a decine facendole scomparire in 5 minuti.

  • YX

    Quello che sta succedendo ha dell’incredibile se non fosse tutto reale, ci obbligano ad usare le mascherine quando sanno benissimo che non ce ne sono… questi due sono proprio dei dilettanti allo sbaraglio… non sanno più come muoversi piuttosto che spendere soldi per la sanità, strutture e personale, scelgono delle vie punitive nei confronti dei loro cittadini.. almeno la Toscana è più seria.
    Non ci sono paroleeeee, in che mano siamo???
    Dimettetevi.

  • Sbirulino19

    Visto che le mascherine sono già arrivate, Galimberti avrebbe potuto prendere in mano il telefono e chiedere, o aveva bisogno del collegamento su RAI uno per mettersi in mostra?

    • Telafó Giovanni

      Certo che Fountain ha fatto l’elemosina come Giuseppi…126000 mascherine per 650000 abitanti della provincia di Cremona sono ben 0.19384615384 mascherine a persona! Praticamente un nucleo familiare da cinque persone riceverà una mascherina!

      • Sbirulino19

        Mamma mia quanto sei ignorante, vuoi fare il figo con i numeri e non sai neanche quanti abitanti ha la provincia di Cremona. Si vede che sei un sinistroide.
        Studia, Capra!
        https://it.wikipedia.org/wiki/Provincia_di_Cremona

        • Telafó Giovanni

          Cavoli hai ragione..sono ben 0,35 mascherine a testa! Grazie Fountain!

          • Sbirulino19

            Per adesso accontentati, perché se aspetti quelle del Giuseppi, ti arriveranno nella settimana dei due giovedì.

          • LegaLongobarda

            “il Pirellone ha firmato un ordine per 4 milioni di mascherine che – aveva assicurato il governatore lombardo Attilio Fontana – sarebbero dovute arrivare entro il 27 febbraio. Ma quelle mascherine non sono mai giunte, tanto che il 2 marzo il maxi ordine viene annullato dalla Regione. Secondo la versione ufficiale perché il “fornitore non è stato in grado di adempiere agli obblighi assunti”. Secondo il giornalista perché le aziende scelte dal Pirellone non producevano più quel tipo di presidi medici”

          • Sbirulino19

            Dove l’hai letto su Topolino?

          • LegaLongobarda
          • Sbirulino19

            ah, ecco repubblica, mi fido di più di Chi…

          • LegaLongobarda

            recita l’eterno riposo con Mr. Felpa e la D’urso.

  • KRIZIA..

    Io spero ci sia un criterio giusto nel distribuire queste tanto attese mascherine!

  • Acciaio Rapido

    Solo la Città di Cremona ha 72.000 abitanti, in totale con i paesi di provincia ci sono 360.000 abitanti, supponiamo che ne diano una per famiglia, non ci stiamo, poi che mascherine sono, usa e getta suppongo, mettiamo che la si fa durare una settimana, fra 1 settimana saranno tutte nel cestino… Fine della storia(triste)

  • Seba

    Io ho tirato fuori il foulard che uso quando vado in moto . Non passa L acqua versata in teoria andrebbe bene …. penso .

    • Andrea Tentoni

      se come no. riprova e controlla
      Giuseppe Sala, direttore del dipartimento di Scienze e tecnologie aerospaziali del Politecnico alla guida di Polimask: “I foulard e le stoffe riparano solo da agenti macroscopici, le chirurgiche vanno buttate dopo l’uso, le Ffp2 e Ffp3 possono essere sanificate ma non a casa”
      In questi giorni sono ancora in tanti a non trovarle. E in molte case si continua a tagliare e cucire mascherine improvvisate.
      È proprio il fai da te che mi spaventa. Un conto è se sto camminando in strada con il cane. Un altro se entro in un supermercato o in una farmacia. Se sono un asintomatico e ho davanti alla bocca la federa di un cuscino non serve a nulla: questo maledetto virus passa. E come ho già spiegato più volte, i meccanismi di filtraggio delle mascherine vere sono complessi, chiamano in causa meccanismi elettrostatici che i tessuti comuni non hanno”.