Commenta

Si ribalta nel fosso e resta
incastrato nell'auto:
salvato da un carabiniere

Era rimasto incastrato nella sua auto ribaltata nel fosso, ma nessuno aveva assistito all’incidente. E’ stato un carabiniere, che, transitando in via Giuseppina per recarsi al lavoro, ieri mattina intorno alle 7.20, ha notato la vettura, una Volkswagen Golf, e si è fermato a controllare. Questo gli ha consentito di udire delle grida.

Immediatamente il militare, Francesco Sansone, della Compagnia di Cremona, è sceso nel fosso a verificare le condizioni dell’incidentato, soprattutto a fronte del fatto che dal vano motore usciva del fumo che stava saturando l’abitacolo. Le portiere erano bloccate, ma il carabiniere è riuscito ad aprirne una parzialmente, in modo da fare uscire il fumo e nel contempo a rassicurare il ferito. Immediatamente sono stati chiamati i soccorritori: i Vigili del Fuoco sono riusciti ad aprire le portiere, permettendo così ai medici del 118 di prestare le prime cure al 42enne, che lamentava forti dolori alla gamba. L’uomo è stato poi trasportato all’ospedale di Casalmaggiore. Non è in pericolo di vita.

© Riproduzione riservata
Commenti