Sport
Commenta

Canottaggio, l'AssoAllenatori accoglie l'appello di Valentina Rodini per Cremona

Tanto dolce di persona quanto grintosa e determinata quando ha qualche progetto in mente, che sia una gara o la voglia di fare del bene. Questa Valentina Rodini azzurra del canottaggio e una delle sportive cremonesi più amate.  Tornata a casa dal raduno preolimpico e in attesa dei giochi di Tokyo per la quale aveva già qualificato il doppio Pesi Leggeri con Federica Cesarini, l’atleta delle Fiamme Gialle ha risposto con entusiasmo alla richiesta di partecipare all’appello per l’associazione ‘Uniti per la provincia di Cremona’.

Non appena ricevuta l’autorizzazione ufficiale dal Corpo a cui appartiene, ha prestato volentieri il suo volto pulito a sostegno degli ospedali di Cremona, Crema e Casalmaggiore. Al suo appello ha risposto in queste ore anche l’Anac, l’associazione che riunisce gli allenatori italiani di canottaggio. I 51 coach del remo hanno deciso di devolvere metà quota associativa del 2020 in favore di “Uniti”, per un totale di 765€, un bel gesto a cui Valentina ha risposto con un messaggio sui social: “Vi ringrazio tantissimo per l’aiuto che date, sono orgogliosa di questo gesto”, in un clima in cui la realtà ribalta i ruoli ed è l’atleta per una volta a incitare i propri allenatori.

Servizio e testo di Cristina Coppola

© Riproduzione riservata
Commenti