Ultim'ora
7 Commenti

Coronavirus, ANPI: 'Il 25 aprile
flash mob cantando 'Bella Ciao'
ed esponendo il Tricolore'

La manifestazione del 25 aprile dello scorso anno (foto Sessa)

Sarà un 25 aprile diverso quello del 2020 a causa delle norme restrittive dovute all’epidemia di coronavirus. L’ANPI, tuttavia, non rinuncia a celebrare il 75esimo anniversario della Liberazione. Lo fa con lo strumento che, durante questo periodo, si è rivelato vincente in altre occasioni: il flash mob dai balconi. “Quest’ anno – spiegano dall’ANPI – non potremo scendere in piazza ma non ci fermeremo. Il 25 aprile alle ore 15, l’ora in cui ogni anno parte a Milano il grande corteo nazionale, invitiamo tutti caldamente ad esporre dalle finestre, dai balconi il Tricolore e ad intonare Bella ciao”.

Sempre l’Associazione Partigiani lancia un appello: “L’Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione. Il 25 aprile arriva con una preziosa puntualità. Arrivano le partigiane e i partigiani, il valore altissimo della loro memoria. L’ANPI chiama il Paese intero a celebrarlo come una risorsa di rinascita. Di sana e robusta rinascita”.  “In un momento intenso – spiegano ancora – saremo insieme, con la Liberazione nel cuore. Con la sua bella e unitaria energia. Chiediamo alle associazioni, ai sindacati, a partiti, ai movimenti che si riconoscono nei valori e principi della Resistenza, dunque della democrazia e della Costituzione, di aderire al flash mob inviando un messaggio a ufficiostampa@anpi.it“.

Aderiscono all’iniziativa, tra gli altri, ARCI, CGIL, CISL, Le Sardine, Partito Democratico, Confederazione italiana tra le Associazioni combattentistiche e partigiane, Unione degli Universitari, Rete degli studenti medi, Rete della Conoscenza, Istituto nazionale Ferruccio Parri, Comune di Firenze, ANPPIA, Articolo UNO, ANED, FIAP, Articolo 21, Rete #NOBAVAGLIO, Libertà e Giustizia.

© Riproduzione riservata
Commenti