Ultim'ora
Commenta

Via Sardagna: 600mila
euro per riqualificazione
energetica case erp

Un altro passo avanti nell’ampio programma di interventi che l’Amministrazione comunale ha programmato su fabbricati esistenti destinati a servizio abitativo pubblico (un tempo chiamati alloggi di edilizia residenziale pubblica). Lo scorso mese di febbraio il Comune di Cremona ha partecipato a un bando di Regione Lombardia per ottenere il finanziamento dei lavori di efficientamento energetico di due palazzine ai civici 2 e 4 di via Sardagna. Il progetto presentato è risultato conforme ai parametri richiesti e la Regione ha pertanto assegnato il contributo.

L’importo complessivo dei lavori da eseguire ammonta complessivamente a 590.200,00 euro, 559.200,00 sono stati finanziati dalla Regione e 31.000,00 sono stanziati dal Comune.

Sono previsti la posa di un sistema isolante sulle facciate, la sostituzione dei serramenti esterni, il rifacimento delle coperture e delle lattonerie, nonché la sostituzione delle caldaie. L’intervento, oltre a riqualificare l’aspetto architettonico degli edifici, consentirà migliori prestazioni energetiche così come un migliore comfort abitativo. In base alla programmazione già predisposta, l’avvio dei lavori avverrà all’inizio del 2021, salvo possibili cambiamenti legati all’andamento della pandemia da Covid-19 in corso.

“Questo intervento si inserisce nel processo di rigenerazione del patrimonio edilizio del Comune destinato a servizio abitativo pubblico. La sua riqualificazione energetica riveste infatti un’importanza strategica, in linea con le politiche nazionali e comunitarie per contrastare le conseguenze più gravi del cambiamento climatico, ridurre le emissioni in atmosfera delle polveri sottili e contenere i costi di funzionamento e gestione che gravano sull’Ente”, dichiara il Vice Sindaco Andrea Virgilio.

“L’Amministrazione, in particolare grazie all’impegno di tutto il Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, si è trovata pronta con progetti e proposte di qualità per partecipare ai vari bandi, riuscendo in questo modo ad ottenere i relativi finanziamenti che, sommati a quelli a suo tempo appositamente stanziati nel Programma delle Opere Pubbliche, consentono di intervenire per rispondere alla domanda abitativa e alla manutenzione straordinaria di alloggi appartenenti al patrimonio comunale destinati alle fragilità”, aggiunge infine il Vice Sindaco.

© Riproduzione riservata
Commenti