Ultim'ora
2 Commenti

Su Osservatore Romano la
storia del medico cremonese
Galloni, in Africa con Cuamm

Donata Galloni è un medico di Castelleone, è iscritta alle Acli di Cremona, ma è lontana da casa da tempo, ormai 14 anni: dal 2006 è infatti impegnata da anni in Africa, come project manager nell’Ospedale pediatrico universitario di Bangui (Repubblica Centro Africana) per conto del Cuamm – Medici per l’Africa. A lei l’Osservatore Romano ha dedicato un’intervista nell’ambito di un più ampio servizio della sanità nelle missioni africane.

“Quando mi si chiede di raccontare qualcosa della mia esperienza dico sempre che la considero un privilegio” ha raccontato la dottoressa al giornale. “Partire per me ha voluto dire scegliere di “restare” in Africa e ripartire più volte per missioni sempre diverse, l’ultima in ordine di tempo, quella attuale a Bangui”. Il medico ha raccontato quanto sia difficile lavorare in un Paese che ha una struttura amministrativa statale debole e dove c’è tanta povertà.

Donata rimarrà per i prossimi tre anni a Bangui, dove lavora a capo di un team di dodici persone. Dopo alcuni anni di esperienza ospedaliera in Italia e dopo due periodi in aspettativa dal lavoro, nel 2006 il “passaggio in Africa” lasciando anzitempo il lavoro in ospedale a Cremona. Circa dodici anni in Mozambico, due anni abbondanti in Sud Sudan e adesso nella Repubblica Centrafricana.

 

© Riproduzione riservata
Commenti