Commenta

Da Davide, violinista
di 10 anni, omaggio
in musica a Cremona

“Un pensiero affettuoso in musica alla mia Italia, dove vivono i miei nonni e tanti miei amici”: queste le parole del giovanissimo e talentuoso violinista Davide Mazzini, 10 anni, nipote del presidente del Lions Club Vescovato, che ha voluto mandare un messaggio in musica a uno dei territori più colpiti dal Covid. Un messaggio di speranza in un momento difficile.

Davide, figlio di una famosa cantante lirica di origine cinese, Sharon Zhai e di un italiano, Matteo Mazzini, che risiede con la famiglia a Sydney, propone al violino la “Czardas” di Vittorio Monti, compositore italiano molto famoso, accompagnato al pianoforte dal maestro Jim Wu, per offrirci questa musica come momento distensivo, accompagnato da un istante di riflessione.

Davide è fortemente legato all’Italia, in particolare a Cremona, patria del violino, dove risiedono i nonni Lidia e Franco Mazzini, presidente del LC Vescovato. Da loro il ragazzo ha ereditato l’amore per l’Italia a cui, attraverso il linguaggio universale della musica, vuole esprimere la solidarietà del nuovo continente alla sua patria lontana, ma sempre presente nel suo cuore, il suo amore per i nonni e per il popolo italiano, oltre alla volontà di proporre un legame ideale fra i Lions di Europa, Asia ed Australia.

© Riproduzione riservata
Commenti