3 Commenti

Investe pedone e fugge.
Arrestato per tentato omicidio
uomo residente nel cremonese

Non si è fermato all’alt della polizia ed ha investito un pedone. L’autore del gesto, un 32enne bergamasco nato a Romano di Lombardia e domiciliato in provincia di Cremona, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. E’ successo ieri a Bergamo. L’automobilista, alla guida di una Toyota Yaris, era in via Bonomelli quando gli è stato imposto di fermarsi. Invece è fuggito, facendo perdere le tracce dopo una serie di manovre spericolate in centro città. Mentre scorrazzava a forte velocità ha investito un 31 enne che era su un monopattino. Nell’impatto, la vittima, un cittadino boliviano, è stata sbalzata ad alcuni metri di distanza. Immediatamente soccorso da equipaggi della polizia di Stato e polizia locale, il 31enne è stato trasportato al Papa Giovanni XIII, mentre l’investitore ha continuato la sua corsa tallonato dall’equipaggio della Volante. All’altezza dello svincolo di Calcinate, nei pressi del casello autostradale di Seriate, l’autovettura, con una manovra pericolosa, invertendo repentinamente la marcia, è riuscita a distanziare gli equipaggi al seguito che per non coinvolgere in incidenti stradali autovetture di passaggio hanno dovuto rallentare l’andatura perdendo di vista il fuggitivo. Le ricerche dell’autovettura sono proseguite grazie alla segnalazione da parte del personale dell’Arma del comando di Via delle Valli relativa ad una donna residente a Bergamo che si era presentata per denunciare il furto di un’autovettura corrispondente a quella oggetto di ricerca. Le indagini hanno permesso di appurare che la donna aveva una relazione con il conducente dell’autovettura fuggita. Dopo una costante attività di monitoraggio dei suoi spostamenti, le forze dell’ordine sono riuscite a rintracciare il compagno. L’uomo è stato riconosciuto come il conducente dell’auto pirata ed è finito in carcere per tentato omicidio, omissione di soccorso, resistenza a pubblico ufficiale e inosservanza a provvedimenti dell’autorità. La posizione della donna è al vaglio.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Chicca

    Spero ci rimanga per un bel pò di temo !!!

    • Jeppetto

      Il tempo è una variabile elastica, per certi magistrati dura un attimo! 🙁

  • Hulk Il Giusto

    Só boti!!!