9 Commenti

Sacchetti, addio Vanoli
Pronta la panchina della
Fortitudo Bologna

(foto Sessa)

AGGIORNAMENTO – La Vanoli compie il passo formale che ormai era nell’aria e, attraverso una nota ufficiale, annuncia la separazione da coach Meo Sacchetti: “Vanoli Basket Cremona comunica di aver rescisso consensualmente il rapporto contrattuale in essere con coach Meo Sacchetti. A Meo i ringraziamenti per i tre indimenticabili anni trascorsi insieme, coronati dalla conquista della prima storica Coppa Italia”. Il presidente Aldo Vanoli ha commentato: “Purtroppo le tempistiche non ci hanno consentito di garantire nell’immediato impegni per il futuro. A Meo si é presentata una nuova opportunità e, per quanto inaspettata e dolorosa, abbiamo accolto la sua richiesta di intraprendere un’altra strada. Noi comunque continuiamo a lavorare giorno e notte per garantire un futuro nella massima serie a Cremona”. Ora Sacchetti è pronto per la prossima avventura che, con ogni probabilità, sarà alla Fortitudo Bologna che nel frattempo si è separata ufficialmente da Antimo Martino.

L’ufficialità ancora manca, ma ormai è tutto fatto: Meo Sacchetti lascia la Vanoli e Cremona per approdare alla Fortitudo Bologna. La situazione si è evoluta rapidamente, ma le prime avvisaglie si erano avute già nel corso della giornata (qui l’articolo completo), quando sono iniziate a circolare voci sempre più insistenti circa una richiesta dello stesso Sacchetti di rescindere il contratto che lo lega alla Vanoli fino al 2022. In ogni caso, la separazione ormai è consumata e il ct della Nazionale siederà sulla panchina della Fortitudo, bruciando Jasmin Repesa al fotofinish. L’ufficialità è comunque attesa a breve.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ciudél

    Questa fretta lascia l’amaro in bocca…temo sia un segnale di smobilitazione. Maledetto virus…

    • A. G.

      Io seguo poco, ma penso che si possa solo dire grazie a questa persona.

    • dido09cr61

      il virus è una città ed un territorio che non hanno più attrattive e dove nessuno investe più, chi può cerca di restare a galla, il resto precipita nella decadenza generale che da anni è senza freno. Vanoli , Pomì , Cremonese ( e altro ), sono miracoli che grazie a filantropi visionari, ci hanno portato gioie e soddisfazioni. Grazie di cuore a Sacchetti, ai giocatori, alla dirigenza; e se tutto dovesse finire, alzo il calice con un buon trabbiano e grazie ancora ,

  • Joker

    Davvero un grosso peccato

  • MENCIA

    accidenti questo e’ l’antipasto si quello che succedera’ a Cremona ragionando vuol dire che la serie A sara’ un bellissimo ricordo anche se il cuore spera che la Vanoli ci sia anche la prossima stagione e conoscendo il Presidente Vanoli ha lasciato libero Sacchetti per andare in un altra squadra e una citta’ di tutt’altro blasone per quando riguarda la Palla Canestro a Bologna e’ tutta un altra storia.

  • Roberto

    Bella figura ha fatto scappando notte tempo, dopo essersi eretto a paladino della ripresa sportiva della città martoriata
    In più ha distrutto lo staff, l’appetibilita del team e molto altro. Viva i due stipendi!!

    • Ciudél

      Mah, effettivamente i rapporti sembravano tali da reggere l’urto della crisi…ma alla fine noi non sappiamo fino in fondo come stanno le cose…e alla fine il basket é un lavoro e non sentimentalismo…anche se a volte fa piacere crederci…

      • Roberto

        Fatto è che ha determinato in un giorno il crollo potenziale di tutto il Castello creato con pazienza. Diener, Vacirca, Akele, Ruzzier etc che faranno?

  • antonio1956

    Grazie Sacchetti e Vanoli per gli anni di basket indimenticabili nella massima serie.