Ultim'ora
Commenta

“Uniti per la provincia di
Cremona” e la Diocesi insieme
per aiutare le famiglie

Una sinergia concreta, immediatamente operativa, connotata dalla piena condivisione delle finalità, per contribuire a assicurare un aiuto tempestivo e concreto alle famiglie, ai soggetti fragili o in situazioni di disagio, anche temporaneo, rispondendo al crescente bisogno di sostegno causato dalle conseguenze della pandemia.

L’Associazione “Uniti per la provincia di Cremona”, (la Onlus costituita dalla Fondazione “Giovanni Arvedi e Luciana Buschini”, Libera Agricoltori, Coldiretti, Associazioni Industriali, Confcommercio, Confartigianato, Cna, Libera Artigiani di Crema, Confartigianato imprese Crema, Confcooperative, e Api) ha condiviso l’iniziativa di sostegno e aiuto già avviata dalla Diocesi di Crema, che ha attivato il fondo “Chiesaconvoi”, decidendo di unire così le forze.

Una novità del progetto risiede nelle modalità per l’approvvigionamento dei beni da donare. “Uniti per la provincia di Cremona” infatti acquisterà pane, pasta, riso, carne, formaggi, insaccati, pollame, latte, uova, prodotti da forno, sughi, conserve, confetture, farine, ortofrutta ed altri prodotti esclusivamente dalle aziende del territorio, (tranne che per quegli alimenti non prodotti in loco) a prezzo di favore e provvederà a pagare direttamente il corrispettivo ai produttori, riuscendo così anche ad immettere liquidità nel sistema economico provinciale e a contribuire alla “ripartenza” dei produttori locali ed al sostegno del lavoro. I beni saranno poi consegnati alla Caritas per lo smistamento.

DICHIARAZIONI:

S.E. Mons. Daniele Gianotti – Vescovo di Crema

”L’idea del Fondo nasce proprio per avere uno sguardo “lungo”: e questo sguardo vuole essere anche “largo”, nel senso che fa appello alla generosità di tanti. La Diocesi, come tale, ha risorse limitate e certamente insufficienti rispetto al bisogno; può far appello (e lo ha fatto e continuerà a farlo) alla generosità di tanti (enti e singole persone), mette a disposizione la competenza riconosciuta della Caritas nell’affrontare situazioni di questo tipo, ma non intende certo operare da sola: la collaborazione con “Uniti per la provincia di Cremona”, che ringraziamo per la sensibilità e la rinnovata attenzione, si colloca proprio qui, in questo sguardo insieme “lungo” e “largo”, che ha come sola finalità quella di sostenere le necessità delle persone, senza campanilismi o provincialismi, nella consapevolezza che dalle difficoltà si esce solo sostenendosi gli uni gli altri.

Marco Bressanelli – presidente Libera Artigiani

“Fortunatamente, la drammatica e dolorosa emergenza sanitaria pare superata, grazie allo sforzo sinergico e generoso di tutti. Ora una nuova emergenza è emersa e rappresenta lo strascico del Covid: il crescente numero di famiglie e singoli che necessitano di aiuto perché non raggiungono il livello minimo di sussistenza o perché devono affrontare spese basilari ma non hanno risorse. L’Associazione, dopo gli interventi per aiutare gli ospedali, l’attivazione di progetti straordinari come le strutture ospedaliere da campo, i centri post Covid, le Rsa, i medici, le Associazioni di volontariato del soccorso, del terzo settore, ora ha rivolto l’attenzione al sostegno primario delle famiglie stringendo accordi con le diocesi di Crema e Cremona e le rispettive Caritas, perché solo uniti, si vince”.

Riccardo Crotti – Presidente Libera Agricoltori

“L’Associazione non poteva non contribuire alla risoluzione di una delle conseguenze del dramma Covid19 quale il tema della povertà. Abbiamo voluto unire le forze affiancandoci alla Diocesi ed alla Caritas, all’insegna della sinergia, dell’unità, fornire generi alimentari coinvolgendo le aziende del territorio, significa contribuire alla ripartenza dell’economia locale e, al contempo, permette di valorizzare le nostre produzioni. Il settore agricolo ha proseguito a lavorare e garantire approvvigionamenti anche durante la fase emergenziale e, oggi, fa un ulteriore passo avanti”.

Francesco Buzzella – Presidente Associazione Industriali

“Esaurita la fase di emergenziale sanitaria, riteniamo sia necessario un gesto concreto, tipico di una Comunità unita e solidale come la nostra, sostenendo le fragilità ed i bisogni dei concittadini in difficoltà, consci che la pandemia ha creato nuove povertà e situazioni di particolare disagio familiare.  Insieme alla Diocesi, che con lungimiranza aveva già attivato un Fondo e stava concretamente operando e che ringrazio per l’insostituibile azione che prosegue a portare avanti, sosterremo le persone e le famiglie anche fornendo prodotti e beni di primaria necessità, cercando al tempo stesso di sostenere le produzioni delle aziende locali”.

Mauro Berticelli, vicepresidente Coldiretti

“Credo che, soprattutto in momenti come quello che stiamo vivendo, sia vitale saper fare sinergia sul territorio, intervenire con azioni efficaci e concrete, dando risposta alle istanze che giungono dalle fasce più deboli della popolazione. Lo consideriamo un dovere al quale nessuno di noi può venir meno. Le aziende agricole sono a disposizione per fornire il cibo da destinare alle famiglie bisognose. Nel contempo, mi piace sottolineare che, potendo scegliere produzioni locali, si sostiene pure l’economia ed il lavoro del nostro territorio”.

Giovanni Bozzini – Presidente Cna

“La collaborazione tra Diocesi di Crema, così come già avvenuto con la Diocesi di Cremona, e UNITI anche grazie alla preziosa disponibilità della Caritas, sarà possibile garantire la fornitura di generi alimentari con il coinvolgimento di molte imprese produttrici del territorio e dare  al contempo sostegno economico per utenze, affitti e medicinali.Questa positiva sinergia a più livelli sta permettendo di affrontare assieme questo tempo difficile, con la convinzione che solo unendo le forze possono essere raggiunti risultati positivi a favore della comunità e di chi la abita”.

Presidente Pierpaolo Soffientini Confartigianato Imprese Crema

“Nello spirito dell’Associazione ‘Uniti per la Provincia di Cremona’ si sta continuando a prestare attenzione alle necessità del territorio – ha sottolineato Pierpaolo Soffientini, presidente della Confartigianato Imprese Crema – In questo momento la nuova emergenza è quella di dare delle pronte risposte alle tante persone e famiglie che si trovano in difficoltà e che necessitano di un concreto aiuto per far fronte ai bisogni quotidiani. La collaborazione con la Diocesi e la Caritas di Crema è sicuramente lo strumento più efficace e diretto per poter garantire un sostegno capillare e puntuale a quanti, e purtroppo sono sempre più numerosi, si trovano in situazione disagiate”.

© Riproduzione riservata
Commenti