Ultim'ora
2 Commenti

Truffa dell'acqua al mercurio
al quartiere Boschetto. Vittima
un'85enne. Via monili e denaro

Truffa dell’acqua al  mercurio al quartiere Boschetto. Il furto in abitazione mediante raggiro ai danni di un’anziana  è successo ieri nel primissimo pomeriggio. Vittima una donna di 85 anni.  Un uomo  ha suonato al citofono di un’abitazione della zona qualificandosi  come un addetto del comune che doveva verificare la presenza di mercurio nelle rete idrica;  la recita è proseguita in casa  dove il finto addetto ha chiesto all’anziana di  mettere al sicuro gli oggetti d’oro nel frigorifero affinché non si danneggiassero durante l’erogazione dell’acqua “contaminata”  facendole credere che l’oro si potesse deteriorare con il mercurio.

Un  pericolo che l’anziana ha preso sul serio, collaborando con il  falso  tecnico. Cosi  ha preso  oro e contanti e li ha messi nel frigorifero. Una volta distratta la vittima, il malvivente si è impossessato dei  monili d’oro e del denaro e si è dileguato facendo  perdere le proprie tracce.

Sul posto è intervenuta la polizia locale e i carabinieri che hanno  raccolto la denuncia dell’anziana. Tutta la cittadinanza è invitata  a fare attenzione a chi suona al campanello, e nel caso di sospetti è pregata di  chiamare immediatamente le forze dell’ordine.

In merito a quanto accaduto all’85enne e anche ad altri anziani della zona, Padania Acque fa sapere che “il mercurio non è un elemento chimico presente nell’acqua erogata in provincia di Cremona.
L’acqua di rete peraltro non ha bisogno di alcun controllo presso le abitazioni, dal momento che quotidianamente il laboratorio accreditato della società effettua le analisi prima che l’acqua entri nelle case dei cittadini.
Inoltre, eventuali controlli o rilevazioni delle letture vengono effettuati solo ed esclusivamente sui contatori che, di norma, si trovano all’esterno dell’abitazione. Qualora fosse in corso la lettura dei contatori, si consiglia di verificare sempre che l’addetto sia munito del cartellino di riconoscimento di Padania Acque. Inoltre, i dipendenti di Padania Acque, quando operano per conto dell’azienda, sono sempre muniti di mezzo aziendale. Ciò significa che l’auto o il furgone, con i quali dipendenti e addetti effettuano interventi presso le abitazioni, riporta sui lati il logo di Padania Acque. Gli addetti alle letture dei contatori, nelle prossime settimane, oltre al tesserino di riconoscimento saranno anche muniti di una pettorina a sfondo bianco riportante il logo aziendale.
Anche in caso di sostituzione di contatori interni alle abitazioni, la società che gestisce il servizio idrico integrato nella provincia contatta personalmente l’utente per fissare un appuntamento. Padania Acque invita, quindi, alla massima prudenza. Si ricorda peraltro che i costi di eventuali interventi verranno esclusivamente addebitati in bolletta, pertanto per nessun motivo l’addetto è autorizzato a chiedere il pagamento di un corrispettivo.
In caso di dubbio, invitiamo a contattare immediatamente la società telefonando al numero verde gratuito 800 710 711, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 16, e a contattare le forze dell’ordine per segnalare individui sospetti che tentano di entrare nelle abitazioni”.

© Riproduzione riservata
Commenti