Ultim'ora
Commenta

Sono tre i nuovi contagi
in provincia di Cremona
Ancora 0 decessi

Nessun decesso e tre i nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore in provincia di Cremona su un totale di 7.044 tamponi effettuati. Il totale cremonese sale dunque a 6.559. Nelle province limitrofe, nel milanese sono stati conteggiati 42 casi, di cui 18 in città, Bergamo 12, Brescia 11, Como 10, Lecco 0, Lodi 8, Mantova 12, Monza e Brianza 7, Pavia 6, Sondrio 1, Varese 22. I decessi registrati sono 9. Il numero dei ricoverati in terapia intensiva scende a – 25, mentre i ricoveri non in terapia intensiva scendono a – 116.

“È importante sottolineare”, ha precisato l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, “che dei 143 positivi segnalati oggi in Regione un numero rilevante si riferisce a infezioni di vecchia data. Nello specifico 54 sono da attribuire allo screening sierologico regionale (di cui 18 risultati ‘debolmente positivi’). Allo stesso modo altri 24 casi sono stati riscontrati ‘debolmente positivi’ su test effettuati dietro segnalazioni di medici di famiglia, Ats e ospedali, a cittadini e ospiti di Rsa, segno di un finale di coda dell’infezione. Molto significativo, inoltre, il dato dei ricoverati in terapia intensiva che diminuisce di ben 25 pazienti”.

L’assessore Gallera e il presidente della Regione Fontana hanno anche parlato di “un piano straordinario di rafforzamento dei posti letto di terapia intensiva, di sorveglianza sub intensiva e di degenza disegnerà la rete ospedaliera della Lombardia nell’era post Covid in linea con le disposizioni nazionali. Valore degli investimenti: 225 milioni di euro. L’obiettivo è quello di garantire risposte adeguate in caso di recrudescenza del virus senza compromettere l’operatività della rete ospedaliera per le altre patologie”. “Nulla sarà più come prima”, ha sottolineato Fontana, “perchè l’emergenza Covid ha determinato cambiamenti radicali nella vita di tutti noi e nella gestione del sistema sanitario. I nostri ospedali, in piena pandemia, sono riusciti a raddoppiare i posti di terapia intensiva e a decuplicare quelli di degenza Covid. Il piano approvato oggi rende strutturali questi interventi, da attivare in maniera modulare in base alla gravita’ della situazione. Accanto al sostegno della rete ospedaliera, nelle prossime settimane metteremo a punto un nuovo pacchetto di misure che riguarderà la gestione dei servizi sanitari a livello territoriale”.

I CASI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA

© Riproduzione riservata
Commenti