Ultim'ora
8 Commenti

Decreto Rilancio: a Cremona
arrivano 257mila euro
dal Mit per le piste ciclabili

Ciclabile di via Trento e Trieste

Ammonta a 257.800 euro il contributo spettante al comune di Cremona per  favorire la mobilità ciclabile, stanziato dal Ministero dei Trasporti attraverso un provvedimento in linea con il Decreto Rilancio, da destinare alla progettazione e realizzazione di ciclovie urbane, ciclostazioni e di altri interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina. 96.000 euro sono attribuiti per il 2020 e 160.000 per il 2021. Complessivamente la cifra stanziata dal Governo è di 137,2 milioni di euro. I fondi spettano alle Città Metropolitane, ai Comuni capoluogo di Città Metropolitana, Provincia o Regione, e ai Comuni con popolazione residente superiore a 50mila abitanti. Avvantaggiati sono stati quegli Enti che hanno già adottato o approvato un PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), che a Cremona è stato approvato nello scorso mandato Galimberti, per impulso dell’allora assessore alla Mobilità e Ambiente Alessia Manfredini, ma che necessita ancora di alcuni passaggi per l’adozione definitiva.

A Cremona, oltre ai tracciati esistenti e in corso di ultimazione, è in attesa di finanziamento della ciclabile del Boschetto, già progettata nella forma preliminare per costo però esorbitante rispetto al contributo ministeriale. 800mila euro l’importo previsto, suscettibile ovviamente di diminuzione se potessero essere apportate quelle modifiche progettuali che oggi, dopo l’emergenza Covid, hanno molto semplificato la realizzazione dei percorsi ciclopedonali.

“Ottimo che il governo finanzi ciclabili nelle grandi e medie città per migliorare i trasporti”, afferma Filippo Bonali, referente tecnico della Fiab di Cremona dalla sua pagina Facebook, “e anche che il Comune metta 25.000 euro per ricucire la rete ciclabile cittadina”. Con una puntualizzazione, però, riferita a chi ritene che l’amministrazione in carica pensi solo ai ciclisti: i 25mila euro sono attinti dal milione attribuito a Cremona dalla Regione per le infrastrutture, “cioè solo il 2,5%: dedicato a tutti i brontoloni che dicono che si fanno solo ciclabili”. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti