Ultim'ora
Commenta

Test sierologici, sul
territorio raggiunta
quota 5.645 positivi

Sono 5.645 i soggetti positivi al test sierologico rilevati in provincia di Cremona tra il 23 aprile e il 19 giugno, di cui 3.548 a Cremona e 2.079 a Crema. Altri 377 sono dubbi (280 a Cremona e 97 a Crema), mentre 12.488 sono quelli  risultati negativi. Questi i dati comunicati da Ats Valpadana dove, contando anche l’Asst di Mantova, sono 6.999 i positivi in tutto.

Il test rivolto ai cittadini viene eseguito, esclusivamente su invito dell’Ats, ai soggetti residenti nei comuni della provincia, che rientrano in alcune categorie specifiche e per i quali, per il contenimento all’epidemia, è stato previsto l’isolamento fiduciario: soggetti sintomatici, con quadri simil influenzali, segnalati da Medici di Medicina Generale, Pediatri di Libera Scelta e Medici Continuità Assistenziale ad Ats che non presentano in anamnesi evidenza di contatto con caso; contatti di caso sintomatici, identificati da Ats a seguito di indagine epidemiologica; contatti di caso asintomatici, identificati da Ats a seguito di indagine epidemiologica. Inoltre, ogni Asst procede a sottoporre ai test sierologici i propri operatori sanitari.

Tali esami consistono in un prelievo ematico che serve per verificare se un organismo ha sviluppato gli anticorpi e se questi sono neutralizzanti per il virus. In caso di esito negativo del test, questo indica l’assenza di infezione pregressa o un livello molto basso di IgG dirette contro il virus (soggetto suscettibile di possibile infezione da SARS-CoV-2). In caso di esito del test dubbio, il soggetto è invitato a ripetere il test dopo una settimana, prolungando di conseguenza l’isolamento fiduciario. In caso di esito positivo del test, il soggetto effettua il tampone nasofaringeo per ricerca di Rna virale. In attesa dell’esito del tampone, si prosegue con l’isolamento fiduciario.

© Riproduzione riservata
Commenti