Ultim'ora
4 Commenti

Il Sistema Museale si amplia:
accordo per l'ingresso
del Museo del Violino

Riorganizzazione in vista per il sistema Museale del Comune di Cremona che comprende Pinacoteca, Museo di Storia Naturale, Museo archeologico di san Lorenzo, museo del Cambonino e che a breve vedrà l’ingresso del Museo del Violino, l’ultimo nato ed elemento qualificante dell’offerta culturale cittadina. Martedì prossimo la Commissione Cultura prenderà in esame la Convenzione istitutiva del nuovo Sistema che poi sarà approvata, su proposta dell’assessore alla Cultura Luca Burgazzi, dal Consiglio Comunale. L’ingresso dell’MdV nel Sistema Museale era previsto fin dalla sua istituzione, nel 2013, quando venne firmata la convenzione per la concessione in uso di Palazzo dell’Arte e del patrimonio liutario delle collezione civiche, prima custodite in palazzo Comunale.

L’operazione che il Comune intende portare avanti ora, va nell’ottica di una omogeneizzazione dei servizi e delle prestazioni dei musei oggi presenti in città, sia per quanto riguarda tipologia e standard di qualità, sia per la condivisione delle risorse. Non da ultimo, l’integrazione dell’MdV nel sistema Museale viene vista come un passaggio propedeutico ad un futuro inserimento del circuito cremonese nel sistema Museale nazionale ed assumerà ancora più valore per consolidare la liuteria cremonese quale Bene Immateriale patrimonio dell’umanità, riconoscimento Unesco,

Spetterà al Comune, in qualità di capofila, individuare la figura del ‘coordinatore’ del sistema, il cui compito sarà quello di rappresentare il comitato scientifico all’interno del Comitato di indirizzo, l’elaborazione di programmi pluriennali; stesura del resoconto delle attività svolte e dei risultati ottenuti; proposta di adesione a bandi delle varie istituzioni nazionali e internazionali; infine coordinamento delle attività dei musei con le iniziative turistiche del Comune, con quelle teatrali oltre che con biblioteche ed altre istituzioni culturali. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti