Ultim'ora
Commenta

Si allarga il Sistema
museale, sì unanime
in commissione

foto di repertorio

Sì unanime della politica alla riorganizzazione del sistema museale del comune di Cremona: è arrivato ieri dalla Commissione Cultura, durante la quale l’assessore Luca Burgazzi ha illustrato la convenzione istitutiva che dovrà essere approvata dal Consiglio Comunale. Obiettivo primario integrare nel sistema che farà capo al Comune, il Museo del Violino. “La nuova convenzione – spiega Burgazzi – è uno strumento che ci permette di lavorare insieme alla gestione di alcuni servizi comuni, quali la biglietteria, la promozione e la parte didattica. Una gestione unitaria porterà maggiore efficienza e risparmio dei costi: non si tratta di un’operazione banale, a partire dall’integrazione dei sistemi informatici”.
In vista c’è quindi una maggiore condivisione dal punto di vista gestionale di Mdv e musei del sistema (Pinacoteca, Storia Naturale, Civiltà contadina e Archeologico). “Una strategia unitaria rispetto alle grandi partite, pur mantenendo l’autonomia di ogni singolo museo dal punto di vista progettuale”, chiarisce Burgazzi.
Verrà istituito un comitato scientifico composto da tutti i conservatori e direttori, con la figura del coordinatore che sarà in capo al Comune. Altra particolarità è la caratteristica di ‘sistema aperto’, al quale potranno aderire altre realtà cittadine quali, ad esempio, Museo Diocesano, Museo Verticale, e in prospettiva anche il teatro Ponchielli che già ora condivide la biglietteria con MdV.

Il Settore Cultura del Comune ha subito importanti ridimensionamenti di personale: 10 collaboratori, tra cui la dirigente, sono andati in pensione da un anno a questa parte. Per la figura dirigenziale era già stato bandito il concorso, momentaneamente congelato. Tra le iniziative da portare a compimento, l’anteprima della mostra su Sofonisba Anguissola, che dovrebbe aver luogo a fine agosto. g.b.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti