Ultim'ora
5 Commenti

Cantiere nuovo supermercato
in via Postumia: coro
di proteste dei residenti

Coro di proteste da parte dei residenti di via Cascina Corte a causa del cantiere che da febbraio sta interessando la zona, con non pochi disagi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la chiusura contemporanea di via Cascina Corte e di raccordo da via Maffi, che ha costretto i residenti della zona a dover uscire girando intorno ai palazzi, con una rampa sterrata e una curva a 180 gradi, decisamente pericolosa, in uno spazio strettissimo, occupato ai lati da macchine parcheggiate e con il rischio di finire in un fossatello.

“La cosa è durata due giorni, ma se un’ambulanza o i Vigili del Fuoco avessero dovuto entrare per un’emergenza non avrebbero potuto farlo” racconta un residente. “Abbiamo tempestato di telefonate le forze dell’ordine e la Polizia Locale, ma non hanno potuto fare nulla”. Ma i disagi dovuti al cantiere si sono protratti per per diverse settimane. Settimane in cui i diritti del cittadino sono stati prepotentemente calpestati” spiega ancora il residente. “Questo cantiere è stato impostato senza considerazione per chi abita qui. Noi in famiglia abbiamo bucato due gomme a causa dei detriti di ferro lasciati sulla strada da chi esegue i lavori. E tante volte a causa di manovre dei camion sulla strada siamo rimasti bloccati”.

Ma i residenti sono preoccupati anche per come è organizzata la nuova viabilità: “Con la rotonda modificata in un punto dove l’affluso di pedoni al supermercato sarà piuttosto consistente, il rischio è che ci sia un aumento degli incidenti”.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti