Commenta

Fabbisogno del personale
in Comune: in tre anni
previste 76 assunzioni

Nuove assunzioni in vista in Comune per i prossimi tre anni. La Giunta ha approvato il piano triennale di fabbisogno del personale per il periodo 2020 – 2011, a fronte di una prevista fuoriuscita di dipendenti, per pensionamenti entro la fine del secondo mandato di Galimberti, nell’odine di un centinaio di persone.

Da alcuni anni non è più in vigore la regola per cui il turn over era limitato ad una percentuale minima di persone che cessano dall’attività: attualmente gli enti locali possono sostituire fino al 100% delle persone che lasciano il posto, se c’è la sostenibilità finanziaria. Per la precisione, se esiste un determinato rapporto tra spesa per il personale ed entrate correnti, al netto del fondo crediti di dubbia esigibilità. Per il 2020 è prevista l’assunzione a tempo indeterminato di 29 persone, per una previsione  di spesa di 891.799 euro: di questi, 12 sono educatori per le scuole materne e d’infanzia comunale (concorso di fase di svolgimento); uno è il dirigente tecnico del settore Progettazione e Territorio (anche qui concorso in fieri); 2 esperti in processi di integrazione e altri 13, tra categoria D e C, istruttori da assegnare a vari uffici. Previste inoltre 16 progressioni verticali di personale dipendente. Per il 2021 sono previste altre 22 assunzioni, per un valore di 717.664 euro: tra questi, altri due dirigenti e 5 agenti di polizia locale. 25 le assunzioni previste per il 2022, importo previsto 810.466 euro: anche in questo caso sono previsti due nuovi dirigenti, due assistenti sociali, e due educatori.

© Riproduzione riservata
Commenti