Commenta

Perse il padre e lo zio a causa
del Covid: una storia cremonese
nell'ultimo brano di Vito Romanazzi

Ha perso il padre e lo zio in pochi giorni, a causa del Covid: è dedicata a lui, Danilo Betti, la nuova canzone scritta del cantautore cremonese Vito Romanazzi e cantata dal protagonista della storia, che ha voluto celebrare così le tante vittime del Coronavirus, raccontando un dramma che ricalca quella di molti cremonesi.

“Ho conosciuto Danilo lavando la macchina al benzinaio e autolavaggio tra Sesto e Grumello, gestito dalla sua famiglia” racconta Vito. “Abbiamo iniziato a parlare di musica, essendo lui appassionato dell’argomento, e abbiamo fatto amicizia”. Poi, nella vita di Danilo, il dramma: in pochi giorni ha perso il padre e poi lo zio a causa del virus. Successivamente è morta anche la dipendente che lavorava nell’azienda.

“Per loro è stato un brutto colpo” continua Romanazzi. Così abbiamo deciso di scrivere una canzone per raccontare quanto accaduto. In questo brano, intitolato ‘Ricordo di te’, racconto del dolore di Danilo, che vorrebbe ritrovarsi come seduto in un cinema a riguardare il film dei momenti più belli trascorsi con suo padre. E che un giorno si ritroveranno”. Il brano, la cui produzione artistica è affidata a Scuderia Musicale di Daniele Volante e Alessandro Bellomarini, dovrebbe uscire a settembre, e successivamente ne verrà fatto anche un video.

“Spero che per lui sia un nuovo inizio, una rinascita” continua Romanazzi. “Ora deve essere un guerriero per affrontare la vita”.

LaBos 

 

© Riproduzione riservata
Commenti