Ultim'ora
Un commento

Nuova scuola a San Felice,
nel vivo il cantiere
da 2 milioni di euro

Proseguono i lavori di costruzione della nuova scuola a San Felice inseriti nel progetto di riqualificazione del quartiere per il quale il Comune ha ottenuto un contributo dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Bando Periferie.
Completata la demolizione della vecchia scuola di San Felice e dopo la pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria da Covid-19, i lavori sono entrati nel vivo.
Dopo la costruzione del nuovo edificio scolastico, in base al cronoprogramma messo a punto dal Settore Progettazione, Rigenerazione Urbana e Manutenzione, in particolare dal Servizio Progettazione e Direzione Lavori del Comune, sono partiti anche gli interventi per la riqualificazione della palestra, le opere riguardanti il verde, la viabilità e l’illuminazione pubblica.

Il “Programma di riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”  ha visto la demolizione dell’edificio della scuola infanzia (costo 180.000,00 euro I.V.A. inclusa), la costruzione di una nuova struttura scolastica funzionale (costo complessivo pari a 1.970.000 euro, IVA compresa), l’adeguamento e riqualificazione della palestra esistente (costo complessivo dell’intervento 1.835.000 euro, IVA inclusa) così da migliorarne la fruibilità, l’efficienza energetica e il comfort, l’esecuzione delle opere infrastrutturali e di illuminazione pubblica (costo complessivo 2.242.400,00 euro, IVA inclusa), il miglioramento delle attuali aree verdi del comparto (costo complessivo 292.100,00 Euro, IVA inclusa) oltre che progettualità relativa alle azioni sociali e di accompagnamento per una spesa complessiva di 500.000,00 euro.

“Prende corpo questo importante progetto”, dichiara il vice sindaco ed assessore al Territorio Andrea Virgilio, che ha visitato il cantiere assieme ai tecnici del Comune. “Siamo impegnati in una sfida davvero importante che cambierà il volto della zona. Siamo consapevoli che un simile cantiere comporterà alcuni disagi, ma confidiamo nella comprensione dei residenti che, sino ad ora, hanno dimostrato una fattiva partecipazione e con in quali è stato condiviso passo passo il percorso che ora va concretizzandosi con la realizzazione degli interventi”.

© Riproduzione riservata
Commenti