Ultim'ora
Commenta

Si tuffa in piscina,
26enne cremonese
rischia la paralisi

Il parco acquatico 'Le Vele'

Ferragosto dramatico per un 26enne residente nel cremonese che si trova ora agli Spedali Civili di Brescia in gravi condizioni, tanto che, stando a quanto riferisce Il Giorno, ora rischia di rimanere paralizzato. Il ragazzo, proprio nella serata del 15 agosto, stava partecipando ad una festa presso il parco acquatico ‘Le Vele’ di San Gervasio (Brescia), quando, poco dopo le 20.00, ha deciso di tuffarsi in una delle piscine del complesso, quella dei bambini che ha una profondità di circa mezzo metro, insieme ad un amico. Il secondo è entrato nell’acqua bassa di piedi, mentre il 26enne ha eseguito un tuffo di testa impattando sul fondo con violenza. Sul posto sono intervenuti i soccorsi, compreso l’elisoccorso che ha trasportato il giovane all’ospedale bresciano, e i Carabinieri della stazione di Verolanuova (Bs) cui sono affidate le indagini per stabilire quanto accaduto. Da una prima ricostruzione, in ogni caso, andrebbe esclusa ogni responsabilità da parte dei gestori del parco acquatico, dato che i ragazzi, contravvennendo alle disposizioni della struttura che aveva interdetto la balneazione, avrebbero scavalcato le transenne per accedere alla vasca dove poi si è consumato il dramma.

© Riproduzione riservata
Commenti