Ultim'ora
Commenta

Al Rifugio Patascoss la 6^
Giornata di Amicizia Rotariana
Madonna di Campiglio-Cremona

La consegna dei weekend omaggio da parte del presidente di APT Tullio Serafini

Si è svolta la Giornata di Amicizia Rotariana Madonna di Campiglio-Cremona, giunta alla sesta edizione. Organizzata dai due Club presso il ristorante del Rifugio Patascoss, è stata aperta dal presidente del Club trentino, Michele Tavernini, che ha ricordato le origini e le finalità: consolidare i rapporti esistenti tra la comunità della pianura e quella della montagna, viste le numerose e continue frequentazioni, sia in estate che in inverno e rinsaldare quelli di amicizia.

Alceste Bartoletti, tra gli organizzatori dell’evento, ha portato i saluti del presidente del Rotary Club Cremona, Elisa Restuccia, sottolineando che questo incontro è un segno di speranza ed un esempio concreto di come lo spirito di collaborazione e la voglia di condividere esperienze, possano superare le difficoltà e proiettarci verso un futuro in cui ritrovare serenità.
Alla conviviale erano presenti i due Governatori dei Distretti Rotary 2060, Diego Vianello, e 2050, Ugo Nichetti, primo cremasco a ricoprire questo importante ruolo all’interno del Rotary e soci rotariani in rappresentanza di una ventina di Club.

La colona sonora della serata è stata curata dall’ensemble musicale (vocale e strumentale) del Distretto 2050 a.r. 2020-2021, diretto dal cremasco Marcello Palmieri e composto pariteticamente da rotariani e rotaractiani; sono stati eseguiti brani tratti da “Songs for the Rotary”, una sorta di canzoniere edito dal nostro sodalizio nei suoi primi decenni di vita. Durante la serata il presidente di APT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Tullio Serafini, ha consegnato ufficialmente ad Alceste Bartoletti, Team Manager della Squadra di Tennis in Carrozzina della Canottieri Baldesio i weekend omaggio offerti come premi ai vincitori del Torneo “Città di Cremona”, che quest’anno, si svolgerà presso i campi della Canottieri Baldesio il 12 e 13 settembre.

La serata si è conclusa con un simpatico quanto significativo dono del Rotary alla comunità di Madonna di Campiglio: la partitura musicale dell’”Inno di Campiglio”. Il testo dello stesso era stato scritto dall’indimenticato parroco don Cornelio Cristel, pastore della comunità per oltre vent’anni, recentemente scomparso, nonché instancabile promotore della località a livello turistico, naturalistico e culturale, autore di numerose pubblicazioni. La musica dell’inno, di cui non si è trovata traccia scritta, ma viveva nel ricordo, è stata riscritta da Marcello Palmieri, cremasco, prefetto del Distretto Rotary 2050, direttore dell’ensemble ed appassionato musicista, e donata al presidente di APT, Tullio Serafini, idealmente restituita a tutta la comunità per entrare a far parte del patrimonio culturale della località trentina.

© Riproduzione riservata
Commenti