Ultim'ora
Commenta

La chiesa di Santa Lucia
apre le porte ai visitatori
in collaborazione col FAI

(foto di repertorio)

La chiesa di Santa Lucia, a Cremona, apre le porte al pubblico per mostrare la prima parte dei lavori di ristrutturazione e restauro. Lo fa attraverso due iniziative proposte dalla Diocesi di Cremona, attraverso l’Ufficio Beni culturali, e in collaborazione con CrArT-Cremona Arte e Turismo e FAI-Fondo Ambiente Italiano. Le visite avranno luogo in due finesettimana a cavallo tra agosto e settembre: sabato 29 e domenica 30 agosto, sabato 5 e domenica 6 settembre. Due i turni di visita: alle 20.30 e alle 21.30, massimo 20 persone per ogni turno (secondo le norme vigenti). Obbligo di prenotazione al numero 338-8071208. Quota di partecipazione: 15 euro a persona (10 euro per la guida e 5 euro come contributo per restauri). Luogo di ritrovo: abside della chiesa di S. Lucia, via Ruggero Manna, angolo Piazza Santa Lucia.

Domenica 13 settembre, dalle ore 16 alle ore 18, con turni ogni 30 minuti per massimo 15 partecipanti per turno, le visite alla chiesa di Santa Lucia accompagnati dai volontari FAI e dai restauratori che operano all’interno di questo complesso cantiere architettonico. Durante il percorso saranno illustrate dai volontari la storia del complesso, arricchita dalle recenti e inedite ricerche relative alla decorazione pittorica più antica, e le vicende relative al cantiere di restauro, ancora in corso, che ha parzialmente restituito una corretta lettura dei dipinti della volta della navata centrale. Per quest’ultimo aspetto saranno presenti i restauratori che descriveranno gli interventi effettuati tra il 2019 e il 2020. Prenotazione obbligatoria, luogo di ritrovo presso l’abside della chiesa, in via Ruggero Manna, angolo piazza Santa Lucia. Quota di partecipazione: contributo libero. Durante entrambi gli eventi sarà possibile aderire alla raccolta firme per “i luoghi del cuore FAI, chiesa di Santa Lucia”.

© Riproduzione riservata
Commenti