Commenta

Donda direttore associazione
allevatori. Voltini: 'Scelta giusta
per rafforzare il sistema'

“Auguri di buon lavoro a Mauro Donda per questo importante incarico che è chiamato a rivestire all’interno del mondo zootecnico nazionale”. È quanto afferma Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Lombardia, nel commentare il rinnovo delle cariche dell’Associazione Italiana Allevatori (AIA) che ha portato all’elezione, in qualità di direttore, di Mauro Donda. Prima di questa nuova esperienza in AIA – spiega la Coldiretti Lombardia –, Donda è stato direttore di Coldiretti Cremona per tre anni e mezzo. “Il territorio cremonese – prosegue Voltini – è stato un banco di prova importante per confrontarsi con la realtà zootecnica lombarda e italiana. Sono certo che l’esperienza maturata in questi ultimi anni aiuterà Mauro Donda a fare bene anche nel prossimo futuro. Per questo, ritengo che la sua nomina ai vertici dell’Associazione Italiana Allevatori sia una scelta giusta che rafforzerà l’intero sistema”. Con oltre 900mila maiali, circa 300mila bovini e oltre un milione e mezzo di avicoli allevati, conclude la Coldiretti Lombardia, la provincia di Cremona si configura come uno dei territori “più rilevanti per il comparto zootecnico regionale”.

© Riproduzione riservata
Commenti