Ultim'ora
Commenta

Nuova ambulanza alla Croce
Verde grazie ai 52mila euro
donati da tanti cremonesi

Presentata ieri, con una cerimonia trasmessa in diretta Facebook, la nuova ambulanza della Croce Verde di Cremona, acquistata grazie alle donazioni ricevute da privati cittadini, gruppi di dipendenti e aziende del territorio, artigiani, associazioni di categoria, società sportive, personale delle forze armate e delle forze dell’ordine, amici. Un elenco di ringraziamenti fatto dal consigliere Simone Di Dio, che ad inizio manifestazione ha presentato la donazione insieme al presidente della Croce Verde Luciano Grazioli, con gli interventi del sindaco Gianluca Galimberti, dell’economista Carlo  Cottarelli e del rappresentate dell’Areu Luigi Demuro.

Dal 21 febbraio al 31 maggio la Croce Verde di Cremona ha svolto 4000 servizi e percorso 95mila km.

E’ stato ricordato il grandissimo impegno dell’associazione cremonese, che fa parte del Corpo Volontari Pubblica Assistenza, a partire da quel fatidico 21 febbraio, quando proprio una delle sue squadre venne inviata a Codogno, di lì a poco zona rossa. Cinque i mezzi messi a disposizione dall’associazione all’Areu Lombardia, sia per il soccorso sanitario, ossia le emergenze, sia per gli interventi di trasporto dei malati da casa a struttura o viceversa, anche per sostituire i famigliari che nei mesi del lockdown non potevano accedere ai luoghi di ricovero dei parenti.

“Fare il volontario è una missione – ha detto tra l’altro il presidente Grazioli – Siamo riusciti a entrare in tantissime case, vedendo scene a volte strazianti. Il nostro parco mezzi è composto da 7 ambulanze e da un mezzo sanitario semplice, un Doblò. Abbiamo macinato tanti km, i  nostri automezzi avevano quasi già il chilometraggio massimo per le emergenze. Un nostro dipendente, Matteo Migliorati, ha avuto l’idea di aprire una raccolta fondi su un portale e da lì sono arrivati poco meno di 11mila euro. Ma proprio da quel primo passo è partita una corsa alle donazioni da parte degli stessi volontari e della cittadinanza e siamo così arrivati 52mila euro. Non sono bastati per acquistare questo mezzo, il resto lo ha messo l’associazione, ma questa giornata intende far capire a tutti, dove la Pubblica Assistenza di Cremona ha collocato il denaro ricevuto”.

Il sindaco Galimberti ha poi elogiato il grande lavoro svolto dalla Croce Verde sia dal punto di vista professionale che umano, mentre l’economista Carlo Cottarelli non ha mancato di ricordare che l’emergenza non è da considerarsi del tutto conclusa: “In questa Italia che ha tanti problemi anche economici, la solidarietà rimane fondamentale, come pure la speranza: che in futuro ci si possa liberare di questo problema che ci ha colpito tutti dal febbraio scorso. Ma la speranza deve essere accompagnata dai comportamenti e per questo voglio fare un appello affinchè tutti noi manteniamo comportamenti di prudenza, che dopotutto sono semplici: uso della mascherina, lavaggio mani, distanziamento. Ieri sera ho camminato per le strade di Cremona e ho visto che si tende a dimenticare queste cose. Invece è essenziale per rendere la vita più facile a tutti noi e a voi che ci avete aiutato così tanto”. gb

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti