Cronaca
Commenta

Sospensione Cosap per bar e ristoranti estesa fino a tutto marzo 2021

Via libera all’estensione della gratuità per i plateatici di bar e  ristoranti, fino al 31 marzo 2021. Il Consiglio Comunale ha approvato quanto già deciso in Giunta su proposta dell’assessore al Commercio Barbara Manfredini, il 29 giugno, nell’ambito delle misure a sostegno del rilancio delle attività economiche. Il provvedimento prevede, tra l’altro, la sospensione del Cosap (Canone Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche) per i plateatici dei pubblici esercizi per tutto l’anno 2020 comprese tende e fioriere; e il riconoscimento della possibilità di ampliamento senza oneri COSAP dei plateatici di pubblici esercizi per tutto il 2020, laddove possibile nel rispetto del Codice della strada, del regolamento di qualità urbana, della mobilità pedonale, del transito dei mezzi di soccorso e pubblici, salvi diritti di terzi: sono 115 i plateatici che hanno adottato questa possibilità, su uno standard annuo di 190, con occupazione di 28 stalli a pagamento. Prevista inoltre la sospensione del COSAP per nuove richieste di plateatici di negozi di vicinato e pubblici esercizi sull’intero territorio comunale per l’anno 2020.

“Da quando è entrato in vigore il nuovo DPCM – dichiara a questo proposito l’assessore Manfredini –  sono in contatto con rappresentanti delle varie categorie ed esercenti, ne comprendo il disagio e le difficoltà imprenditoriali ed economiche che devono affrontare.
“Oggi è stata approvata all’unanimità in Consiglio Comunale la sospensione del COSAP degli ampliamenti dei plateatici invernali per permettere il distanziamento, a completamento di tutte le azioni già previste da quanto deciso dal Consiglio Comunale del 29 giugno: sospensione per i plateatici dei pubblici esercizi, riconoscimento della possibilità di ampliamento senza oneri COSAP dei plateatici di pubblici esercizi, per tutto l’anno 2020, sospensione del COSAP per nuove richieste di plateatici di negozi di vicinato e pubblici esercizi sull’intero territorio, sospensione del 50% dell’intero importo relativo a COSAP e TARIG (Tassa rifiuti giornalieri) per gli operatori dei mercati cittadini, sospensione dalla TARI, integrale per il periodo di tre mesi (marzo-aprile-maggio) e successiva riduzione graduale per i mesi successivi dell’anno 2020.
“Come Assessori alle attività produttive ci siamo attivati a livello nazionale insieme ad ANCI predisponendo una lettera, che sarà inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, al Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri, al Ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli e al Ministro del lavoro e delle politiche sociali Nunzia Catalfo, per sollecitare un immediato sostegno alle imprese fortemente penalizzate per la riduzione di orario prevedendo tutte le azioni possibili, quali, ad esempio, la cassa integrazione guadagni ed interventi fiscali”.

“Nel tavolo tecnico – ha spiegato in Consiglio l’assessore Manfredini – con i rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio, dell’artigianato e attività produttive, tenutosi il 23 settembre scorso, è stata avanzata la proposta, da parte delle categorie, di estendere la sospensione del COSAP (attualmente previsto fino al 31 dicembre 2020) per il periodo dal 1° gennaio al 31 marzo 2021 quale ulteriore azione di aiuto da parte dell’Amministrazione comunale a favore dei pubblici esercizi. Tale misura è stata richiesta soprattutto per tutte quelle attività che intendono investire per l’acquisto di nuovo arredo urbano (fra cui tende, paraventi ed irradiatori) per allestire gli ampliamenti dei plateatici concessi.

“La Giunta ha ritenuto opportuno dover intervenire con un ulteriore pacchetto di misure per il 2021 a sostegno delle attività economiche colpite dall’emergenza sanitaria COVID – 19 prevedendo la sospensione del COSAP per i soli ampliamenti dei plateatici dei pubblici esercizi temporanei e permanenti per il periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2021. Il valore di tale misura totale è di 68.000 Euro, così distinto: 18.000,00 Euro per quanto riguarda le occupazioni temporanee e 50.000,00 Euro per le occupazioni permanenti”.

Per rendere possibile queste agevolazioni è stata fatta una deroga al Regolamento Viario e della Qualità Urbana, nel punto in cui si vietano le occupazioni di suolo pubblico dal 1° novembre al 31 marzo. La proposta è stata accolta dal Consiglio Comunale che ha anche approvato l’adozione dei provvedimenti idonei a garantire le misure adottate, nonché l’attivazione di procedure finalizzate a riconoscere un compenso per mancati introiti dei gestori delle aree di sosta a pagamento occupate dalle concessioni.

© Riproduzione riservata
Commenti