Ultim'ora
Commenta

Con parte del contributo della
Banca d'Italia finanziati tirocini
in aziende per soggetti fragili

foo di repertorio

Supportare l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani e utenti fragili garantendo un percorso di accompagnamento alle persone e un supporto economico alle piccole e medie imprese che li accoglieranno. Questa la finalità di uno specifico progetto di partenariato pubblico-privato per tirocini extracurriculari e finalizzati all’inclusione sociale approvato dalla Giunta su proposta dell’Assessore alle Politiche sociali e della fragilità Rosita Viola e dell’Assessore all’Istruzione e rapporto scuola lavoro Maura Ruggeri. Per attuarlo saranno utilizzati 300mila Euro tratti dal contributo di 1.250.000,00 Euro erogato dalla Banca d’Italia al Comune di Cremona e destinato a persone che si trovano in difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19.

Informagiovani e Servizi Sociali si occuperanno della stesura di un apposito bando pubblico, della gestione di tutto il progetto attraverso una équipe integrata che prevede il rapporto con le aziende, la selezione delle candidature dei tirocinanti, la consulenza e il supporto durante il periodo di tirocinio, solo per citare alcune delle attività che saranno svolte, mettendo a frutto le competenze maturate in questi anni di esperienza da entrambi i Servizi, esperienza che si raccorda in modo ancora più efficace per un obiettivo comune. Non appena il bando sarà pubblicato, verranno contestualmente diffuse ulteriori e più dettagliate informazioni per favorire la partecipazione e il coinvolgimento dei soggetti interessati.

Le finalità del progetto sono le seguenti: sostegno all’inserimento lavorativo di soggetti in condizioni di fragilità a seguito dell’emergenza sanitaria, soprattutto per quanto riguarda i giovani che, in questo periodo, hanno visto ridurre le possibilità di inserimento nel mercato del lavoro; sostegno alle piccole e medie imprese che hanno visto una riduzione delle proprie attività a seguito delle misure di contenimento da Covid – 19, limitando di conseguenza le possibilità di nuovi inserimenti di personale nei propri organici; promozione della partecipazione inclusiva dei giovani e delle aziende al percorso di ripresa, crescita e sviluppo del territorio locale; sostegno al sistema delle imprese e gli Enti locali nell’adozione di nuovi modelli strutturali, organizzativi e operativi che permettano la ripresa delle attività anche a fronte delle maggiori esigenze di sicurezza e protezione dei lavoratori e dei consumatori.

“L’emergenza sanitaria – dichiarano al riguardo le Assessore Viola e Ruggeri – ha sottoposto e sottoporrà a una durissima prova le aziende di diversi settori a causa dei lunghi mesi di attività bloccata o ridotta al minimo, riduzione forzata della mobilità, cambiamento dei comportamenti sociali e d’acquisto. Duramente colpito anche il mondo dell’occupazione, con il blocco di fatto delle assunzioni e dei nuovi inserimenti lavorativi, inasprendo le difficoltà di inserimento sul mercato del lavoro, soprattutto per i soggetti più fragili tra cui i giovani”.

“Di fronte a questo scenario, il progetto approvato dalla Giunta, finalizzato all’inclusione sociale, intende sostenere pertanto una rigenerazione economica, promuovendo iniziative di inserimento lavorativo attraverso l’attivazione di tirocini extracurriculari promossi e sostenuti dal Comune di Cremona in partenariato con operatori economici, altri enti pubblici e privati, capaci di realizzare benefici economici, ambientali e sociali”, concludono Viola e Ruggeri.

© Riproduzione riservata
Commenti