Ultim'ora
Commenta

Opposizione: 'Comune sia a
fianco di Fontana per chiedere
rimodulazione restrizioni'

Che il Comune di Cremona intervenga a fianco del Governatore Fontana nel chiedere di rimodulare le restrizioni sulla base dei dati di diffusione del virus: questa la richiesta avanzata dai consiglieri comunali di FI e Viva Cremona, Carlo Malvezzi, Federico Fasani, Saverio Simi e Maria Vittoria Ceraso, che hanno anche presentato un ordine del giorno con diverse azioni concrete che si possono attuare già nelle prossime ore a sostegno delle imprese e dei cittadini, chiedendo alla maggioranza “di poterne discutere insieme al più presto per dare risposte ai nostri cittadini”. Ma chiedono anche al sindaco “di convocare tutti i capigruppo per valutare insieme i prossimi passi”.

“Troviamo sproporzionato e irrispettoso dell’autonomia dei territori il provvedimento del Governo di inserire  tutto il territorio della Regione Lombardia nella “zona rossa”, indipendentemente dalla valutazione  dei dati degli ultimi giorni sulla diffusione del virus” spiegano i consiglieri. “Con questa imposizione si colpiscono migliaia di imprese,  già gravemente provate da mesi difficilissimi, molte delle quali rischiamo di chiudere per sempre. Le imprese non sono interruttori che si possono accendere e spegnere senza creare pesanti conseguenze sul piano economico e sociale. 

Consideriamo assurda e inutile la limitazione della mobilità dei cittadini tra Comuni della stessa Provincia, specialmente se si considera che la maggior parte dei 115 comuni che costituiscono la Provincia di Cremona hanno meno di 5.000 abitanti e in molti di essi non sono più presenti esercizi commerciali e servizi indispensabili per la popolazione.  

Non è il momento delle pacche sulle spalle e della rassegnazione. Occorre coraggio e voglia di lavorare insieme per il bene della nostra comunità. Per questo chiediamo che il Comune di Cremona e il Presidente della Provincia di Cremona  si mettano al fianco del Governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana per richiedere al Ministro della Sanità Speranza una rimodulazione delle restrizioni che tenga conto della situazione effettiva del nostro territorio, evitando di infierire su un tessuto sociale ed economico già molto provato. Sono certo che troveranno al loro fianco tutta la comunità politica del nostro territorio”. 

© Riproduzione riservata
Commenti