Ultim'ora
Commenta

Salone dello Studente
Junior, l'orientamento
viaggia online

Un'immagine della passata edizione

Il Salone dello Studente Junior, l’annuale appuntamento d’informazione e orientamento organizzato dall’Informagiovani del Comune di Cremona, rivolto a ragazzi e famiglie delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado, si propone quest’anno in una versione del tutto nuova e in versione online. Il 2020 è stato un anno di svolta e di cambiamento radicale: la pandemia ha costretto a rivedere completamente molti aspetti della vita quotidiana sia da un punto di vista professionale che personale. Nel contesto dell’emergenza in corso, un evento come il Salone dello Studente Junior, che prevede l’afflusso di centinaia di ragazzi in uno spazio chiuso e con tempi di permanenza prolungati, è stato necessariamente riprogettato con nuove modalità per garantire comunque attività di orientamento per famiglie e ragazzi. Il Salone dello Studente Junior, in questa nuova versione, prenderà il via all’inizio di dicembre.

“Non vogliamo rinunciare ad offrire il supporto e l’affiancamento a studenti, famiglie e docenti in un momento così importante come quello della scelta della scuola secondaria di secondo grado – commenta l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri – ecco perché stiamo progettando un Salone dello Studente Junior in una modalità innovativa online, in cui affiancare all’attività informativa tutta una serie di eventi e attività di consulenza gestite dagli esperti di orientamento dell’Informagiovani, su appuntamento, online e/o in presenza, nel rispetto della normativa. Verrà così creata un’area web dedicata all’evento grazie alla quale rendere disponibili informazioni, eventi, opportunità e un contatto diretto con le scuole e gli addetti dell’Informagiovani”.

“L’area web – prosegue Maria Carmen Russo, responsabile del Servizio Informagiovani – sarà accessibile online 24 ore su 24 e quindi ben oltre le quattro giornate espositive del Salone ‘tradizionale’, sarà costantemente aggiornata e garantirà un contatto diretto per scuole, famiglie e docenti. Fondamentale sarà la collaborazione con le scuole che hanno accolto la nostra proposta con entusiasmo. Come Informagiovani del Comune di Cremona metteremo a disposizione per la realizzazione dell’area web e per la gestione di tutte le attività risorse umane altamente qualificate (operatori per l’orientamento, psicologi, esperti di web e comunicazione, tecnici)”.

Alle scuole secondarie di secondo grado e agli enti di formazione professionale sarà data la possibilità di creare uno stand virtuale per presentare il proprio istituto, la propria offerta formativa, i propri servizi, nonché condividere il calendario degli open day e delle iniziative organizzate. Saranno pubblicate tutte le informazioni per contattare la scuola e gli esperti di orientamento dell’Informagiovani per consulenze personalizzate. Saranno pubblicati anche video di presentazione o video – interviste ai dirigenti scolastici, ai docenti, agli studenti, gallerie fotografiche, un portfolio dei lavori, informazioni su laboratori, attrezzature, attività ed altro ancora.

Gli studenti delle secondarie di primo grado potranno accedere agli stand virtuali per scoprire tutte le scuole, con la possibilità di selezionarle per tipologia e area/ambito, partecipare con la propria classe ad incontri di orientamento di gruppo o con la propria famiglia a colloqui personalizzati, anche online, un esperto dell’Informagiovani. Per i genitori, oltre all’accesso agli stand virtuali e ai colloqui personalizzati a cui potranno prendere parte su appuntamento con il proprio figlio, il sabato mattina vi saranno momenti di scuola aperta online nel corso dei quali gli istituti si presenteranno e i rispettivi referenti risponderanno alle domande. Saranno inoltre organizzati incontri di gruppo, anche in orario serale, dedicati al tema della scelta e condotti da una psicologa dell’orientamento.  In continuità con le attività proposte nel corso del lockdown della scorsa primavera, non mancheranno le proposte rivolte ai docenti per i quali saranno organizzati webinar e momenti formativi dedicati. Sull’area web sarà infine creata anche una sezione riservata alle FAQ, cioè alle domande poste frequentemente, e alla condivisione di materiali di approfondimento.

© Riproduzione riservata
Commenti