Ultim'ora
Commenta

Posato nel Viale degli Artisti
il busto di Coppetti. Slargo di
via Goito ufficialmente intitolato

foto Sessa

Cremona ricorda Mario Coppetti, artista, partigiano, politico cremonese scomparso a 104 anni nell’aprile 2018. Oggi, 9 novembre, nel viale degli Artisti del cimitero monumentale cittadino, è stato posizionato il suo busto commemorativo, un autoritratto realizzato dallo scultore in bronzo nel 1980.

 Domani, giorno del suo compleanno (era nato il 10 novembre del 1913) invece sarà posizionata una targa in via Goito, tra via Palestro e corso Garibaldi, nello spazio recuperato dall’amministrazione comunale dopo decenni di abbandono, che porterà il nome dell’artista, “piazzetta Mario Coppetti, scultore socialista antifascista”. La pandemia purtroppo non ha permesso una commemorazione ufficiale, dunque al cimitero  non c’erano né la figlia Silvia Coppetti né le autorità, ma in tempi migliori verrà organizzata una cerimonia ufficiale.

Coppetti ha vissuto praticamente quasi tutto il ‘900, una lunga esistenza caratterizzata da un’incrollabile fede nei valori della libertà, della democrazia, della giustizia e del progresso sociale. Come politico, è stato socialista democratico e autorevole antifascista; ha svolto l’incarico di  vicesindaco e assessore all’urbanistica in Comune, presidente dell’autostrada Piacenza-Cremona-Brescia, presidente dell’Anpi provinciale.
A Cremona, ha realizzato il monumento per la Resistenza al Cimitero, la statua di Mazzini in piazza Roma, quella di Leonida Bissolati al Liceo Scientifico. Ma anche il busto in bronzo di Claudio Monteverdi, di Ugo Tognazzi, donato alla città in occasione dei 25 anni dalla scomparsa dell’attore cremonese, e anche la Pietà, donata dall’artista a Cremona e collocata nel tempio dei caduti della Resistenza ed il pallone dietro il filo spinato, collocato (e donato) allo stadio Zini.

Coppetti, che aveva iniziato a scolpire dall’età di 13 anni, ha continuato a lavorare nel suo studio e a intervenire anche su temi di attualità fino alla morte.

Silvia Galli

Fotoservizio Sessa

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti