Cronaca
Commenta

Inchiesta 'Uniti': la guardia di finanza alla Fondazione Benefattori Cremaschi

Va avanti senza sosta l’indagine sulla distrazione di fondi ai danni della onlus ‘Uniti per la provincia di Cremona’. Dopo le perquisizioni di ieri nell’abitazione e nello studio dell’avvocato Pierantonio Vailati, legale di Attilio Mazzetti, uno degli indagati, oggi pomeriggio la guardia di finanza ha perquisito e sequestrato delle carte alla Fondazione Benefattori Cremaschi, la casa di riposo alla quale la onlus aveva donato 100.000 euro per costruire un nuovo reparto che però non è stato realizzato. Nella corrispondenza tra il segretario della onlus Giovanni Bozzini e la presidente della Fondazione Benefattori Cremaschi Bianca Baruelli si tenta con grande difficoltà di fare chiarezza sulla destinazione del contributo: dalla necessità di acquistare farmaci, presidi di protezione, apparecchiature di rianimazione, all’esistenza di una fattura di 27.450 euro finalizzata a dotare un sistema d’allarme e al tele-soccorso atto a monitorare i movimenti e le problematicità dei pazienti ricoverati. La presidente Baruelli afferma che la lettera della richiesta del contributo economico sia stata palesemente artefatta, sostenendo che nella richiesta inviata ad Uniti la sovvenzione era finalizzata ad assistere ospiti dimessi dall’ospedale per aver superato la fase acuta del covid.

Sara Pizzorni

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti