Ultim'ora
Commenta

Fondazione Cariplo, fondi per
contrastare le povertà in
sinergia con le comunità locali

“Uniti per contrastare la povertà che avanza”. Fondazione Cariplo lancia una nuova iniziativa puntando sulle fondazioni di comunità e sulle reti dei territori. Con l’emergenza Covid-19 la povertà, fanno sapere da Caripli, “è cresciuta sensibilmente, colpendo anche fasce di popolazione che fino a poco tempo fa non ne erano toccate”. Molte le tipologie di povertà in aumento negli ultimi mesi: alimentare, energetica, digitale, educativa.

Fondazione Cariplo “già da tempo promuove iniziative per cercare di arginare questo problema”. In aggiunta al progetto Qu.Bì per il contrasto alla povertà di 20mila minori a Milano, all’iniziativa Doniamo Energia realizzata in collaborazione con A2A, e al progetto nazionale di contrasto alla povertà educativa realizzato con l’impresa sociale Con i Bambini e le altre Fondazioni di Origine Bancaria, oggi Fondazione Cariplo, all’interno dello specifico programma ‘Contrastare l’aggravio delle povertà’ promuove la costituzione di Fondi Erogativi locali specificamente dedicati al tema povertà (‘Fondi Povertà’). La Fondazione si è impegnata a destinare complessivamente 1.300.000 euro, a cui si aggiungono 300mila euro messi a disposizione da Fondazione Peppino Vismara.

La Fondazione ritiene “fondamentale costruire modalità di intervento che nascano dall’ascolto e dal protagonismo degli attori prossimi al bisogno, per declinare la sfida a seconda delle necessità, delle competenze e delle dinamiche territoriali”. Durante la prima ondata, l’innesco e l’attivazione di fondi locali generò risorse per oltre 60 milioni di euro utilizzati per le necessità impellenti in quelle settimane. Ora l’emergenza “riguarda direttamente persone e famiglie in difficoltà, e Fondazione Cariplo propone alle comunità locali di lavorare nuovamente insieme”. Anche in questa seconda fase, Fondazione Cariplo ha individuato nelle Fondazioni di Comunità “alleate e partner cruciali, per la loro capacità di aggregare competenze e risorse territoriali”.

Ogni Fondazione istituirà un ‘Fondo povertà’ che potrà essere implementato con proprie risorse e con donazioni raccolte dal territorio, coinvolgendo la comunità di riferimento. Tali Fondi saranno utilizzati per “far fronte a necessità e urgenze del territorio sostenendo reti già esistenti e per attivare collaborazioni con soggetti del territorio in modo da affrontare il problema in modo integrato e coordinato, evitando sovrapposizioni”. La scommessa di Fondazione Cariplo e Fondazione Peppino Vismara è che “grazie al pluriennale lavoro delle Fondazioni di Comunità sul territorio sia più facile arrivare ai bisogni concreti della comunità, creare sinergie con gli enti locali e sostenere gli interventi più urgenti, che integrino i provvedimenti messi in campo da Stato, Regione e Comuni”. Infatti, attraverso i Fondi potranno essere sostenuti progetti presentanti da reti di soggetti non profit che dimostrino di essere complementari rispetto a servizi già esistenti sul territorio, in particolare con quelli promossi dagli enti territoriali.

Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo ha spiegato: “In questo periodo la povertà sta crescendo, e stanno emergendo molti tipi di povertà: alimentare, digitale, energetica, culturale, tutte situazioni in cui le persone sperimentano l’impossibilità di accedere ad aspetti fondamentali per la loro vita. E’ un problema che riguarda tutti: perchè si tratta di un’ingiustizia inaccettabile, che aumenta le distanze tra le persone oggi e le amplifica nel futuro, e perché per crescere come paese abbiamo bisogno di comunità forti che sappiano prendersi cura dei più fragili. Fondazione Cariplo e le Fondazioni di Comunità hanno avviato una raccolta fondi perché contrastare la povertà è una priorità attorno alla quale dobbiamo unire le forze per costruire le condizioni del nostro futuro.”

Commissario cremonese all’interno della Commissione Centrale di Beneficenza Franco Verdi ha poi evidenziato: “Abbiamo una grande responsabilità. Questo è il momento di agire. Come a marzo quando l’emergenza erano le dotazioni sanitarie insufficienti, oggi l’emergenza è il sostegno alle persone in difficoltà economica. Siamo convinti che le comunità locali sapranno raccogliere questo impegno al fianco della fondazione; qui conosciamo i problemi e conosciamo le persone che hanno bisogno. Solo una fitta rete di solidarietà può rispondere alle richieste di aiuto di queste persone. Sarà un Natale diverso, in cui dobbiamo mostrare tutto il senso che esso rappresenta”.

Cesare Macconi, Presidente della Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona, ha quindi aggiunto: “Facendo seguito all’invito di Fondazione Cariplo anche la Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona ha dato vita al Fondo Povertà con una dotazione iniziale di 200mila euro (100mila Fondazione Cariplo e 100mila Fondazione Comunitaria). Sono già stati presi numerosi contatti con molte realtà e reti del terzo settore che si sono dette disponibili ad aderire e a lavorare insieme. Anche alcune istituzioni si affiancheranno per poter dare vita ad una realtà capace di intervenire sul problema della povertà che la pandemia ha fortemente acuito”.

Per il 2021 Fondazione Cariplo ha confermato un budget di 140 milioni di euro per le attività filantropiche identificando i nove obiettivi chiave che guideranno l’attività. Tra le priorità Fondazione ha stabilito di occuparsi delle conseguenze della crisi economica e sanitaria e aumenterà lo sforzo per intercettare le persone in povertà e migliorare la loro condizione di vita. Persone, lavoro, povertà, anziani, cultura, ricerca scientifica, sviluppo sostenibile, reti e comunità tra le parole chiave del 2021.

© Riproduzione riservata
Commenti