Ultim'ora
Commenta

Donazione del sangue,
prorogata la convenzione tra
Comune e Avis comunale

Promuovere la sensibilizzazione al dono del sangue come importante gesto di partecipazione alla vita sociale della propria comunità. Questa la finalità del Protocollo d’intesa che, il 13 febbraio scorso, era stato sottoscritto dal Sindaco Gianluca Galimberti e da Andreina Bodini, Presidente dell’AVIS Comunale di Cremona. Ora, l’Amministrazione Comunale, nella persona dell’Assessore alle Politiche Sociali Rosita Viola in quanto delegata ai Servizi Demografici e Statistici, condividendo integralmente quanto proposto dall’Avis Comunale di Cremona d’intesa con Mario Vescovi, Unità di staff Economico Finanziario e Fiscalità – Demografici e Statistica, ha accolto la proposta di prorogare la durata del protocollo stesso per tutto il 2021.

Il progetto di collaborazione tra il Comune di Cremona e AVIS Comunale di Cremona prevede la raccolta dei dati di cittadini interessati a ricevere maggiori informazioni sulla possibilità di diventare donatori di sangue. Tutto questo è in linea con quanto stabilito dall’accordo del 2018 tra ANCI nazionale e gli aderenti alle Associazioni e Federazioni di donatori di sangue riunite nel CIVIS (AVIS, C.R.I., FIDAS e FRATRES) e l’accordo di collaborazione sottoscritto tra ANCI Lombardia e AVIS Regionale Lombardia nel maggio 2019.

Il Comune di Cremona si impegna, pertanto, tramite il personale dei Servizi Demografici e Statistica, che è stato opportunamente formato, a chiedere ai cittadini, in occasione delle pratiche amministrative, se siano interessati a ricevere maggiori informazioni da parte di AVIS sulla possibilità di diventare donatori di sangue. Qualora il cittadino esprima il suo consenso, l’impiegato gli consegna un modulo nel quale indicare i propri dati personali, il consenso al trattamento e alla trasmissione degli stessi ad AVIS che successivamente lo contatterà. A tal fine è a disposizione dei cittadini presso i locali dei Servizi Demografici e Statistica (via Ala Ponzone, 32) un corner creato da AVIS, dotato di un totem istituzionale, di materiale promozionale e di una cassetta per la raccolta dei moduli denominati “scheda raccolta dati”. Sono naturalmente garantite le norme inerenti la tutela della privacy. L’AVIS comunale, attraverso i propri volontari, supporterà il Comune e i potenziali donatori in tutte le fasi attuative del progetto.

“Tra i compiti istituzionali del Comune di Cremona vi è anche quello di promuovere la crescita e lo sviluppo della cittadinanza attiva e partecipata. Il Protocollo d’intesa con l’AVIS comunale persegue tale finalità. Intendiamo infatti rafforzare il senso di solidarietà e sostenere la cultura del dono sensibilizzando anche i giovani: promuovere la sensibilizzazione al dono del sangue è un importante gesto di partecipazione alla vita sociale della propria comunità”, ribadiscono il Sindaco e l’Assessore Viola.

“AVIS da sempre lavora in sinergia con gli Enti del territorio per promuovere il dono del sangue come gesto di solidarietà e partecipazione civile. In tal senso, il Protocollo appena prorogato, apre una nuova opportunità di informazione sulla tematica, per i cittadini che si recano ai Servizi Demografici e di Statistica del nostro Comune”, dichiara a sua volta Andreina Bodini, Presidente dell’AVIS Comunale.

Vi è dunque un’affinità di missione per cui l’obiettivo comune è contribuire alla crescita e allo sviluppo della cittadinanza attiva e partecipata, espressione di civismo, di solidarietà e di attenzione ai bisogni della società civile, che in questo caso si traduce in una promozione e comunicazione congiunta indirizzata ai cittadini che, quotidianamente, si rivolgono agli sportelli del Comune di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti